Franzoni libera dopo 11 anni di carcere: ‘Vorrei far capire che sono innocente’

Ora la 'mamma di Cogne' è tornata a casa e riprenderà la sua vita al fianco del marito, che non l'ha mai abbandonata, e i suoi due figli

Pubblicato da Beatrice Elerdini Venerdì 8 febbraio 2019

Franzoni libera dopo 11 anni di carcere: ‘Vorrei far capire che sono innocente’
Foto: Ansa

Annamaria Franzoni è tornata a essere una cittadina libera. Dopo 6 anni e un mese di carcere e altri 4 anni e 8 mesi di detenzione domiciliare, la ‘mamma di Cogne’ condannata alla pena detentiva per aver ucciso il figlio Samuele di 3 anni il 30 gennaio del 2002, ha saldato il suo conto con la giustizia. E’ tornata a casa anche se non è più la villetta in cui si è consumato il delitto (è attualmente in vendita), ma un’altra più grande, sempre nella provincia bolognese.

Annamaria torna a vivere con il marito Stefano Lorenzi, che è rimasto sempre al suo fianco, nonostante la condanna e il carcere. Con loro anche gli altri due figli, Davide, 24 anni, e Gioele, nato dopo il delitto, oggi 16enne. Per il momento non ha un impiego, non lavora più nel laboratorio di sartoria delle cooperativa sociale, dove era impegnata nel periodo degli arresti domiciliari. A offrirle quel posto era stato don Giovanni Nicolini.

‘Quando c’è un rapporto forte e affettuoso con la famiglia di origine,la persona si reinserisce. È questo che fa la differenza. Posso dire che siamo buoni amici, a distanza. Lei ha una vita di famiglia e non va più a lavorare nel laboratorio di sartoria perché adesso ha ricostruito interamente la sua vita’, ha spiegato il sacerdote bolognese.

Alla mamma di Cogne ora interessa soltanto una cosa: ‘Vorrei trovare la maniera di far capire alla gente che non sono stata io’, ha dichiarato all’Ansa.