Francia, sparatoria in un supermercato al grido di ‘Allah Akbar’

Panico nella città di Trèbes, sud della nazione: un numero imprecisato di ostaggi e di morti in un punto vendita della catena Super U, nella sparatoria messa in atto da un uomo che avrebbe inneggiato all'Isis. Alcuni feriti sarebbero in gravi condizioni, e il sindaco parla di una situazione 'grave' e in repentino sviluppo.

Pubblicato da Giovanna Tedde Venerdì 23 marzo 2018

Francia, sparatoria in un supermercato al grido di ‘Allah Akbar’
Foto / ansa

Ancora terrore in Francia, per una presa d’ostaggi in un supermercato in cui un uomo ha sparato al grido di ‘Allah Akbar’. Lo rivelano fonti locali, e il sindaco di Trèbes, teatro dell’assalto, parla di una situazione in continuo divenire. Non è chiaro se si tratti di un solo uomo o di più assalitori. Si parla di alcuni morti e diversi feriti, alcuni dei quali gravissimi.

L’assalto sarebbe iniziato intorno alle 11.15 in un supermercato della catena Super U a Trèbes, cittadina in Occitania, Francia meridionale.
L’assalitore, sedicente soldato dello Stato Islamico, avrebbe agito al grido di ‘Allah Akbar’, sparando sui clienti e tenendo un numero imprecisato di persone in ostaggio.
Il sindaco Eric Menassi ha riferito che gli ostaggi sarebbero riusciti ad uscire e l’intera area è in lockdown, sorvolata da tre elicotteri e presidiata da forze speciali e polizia.
L’uomo armato sarebbe all’interno del negozio, e ci sarebbe anche un ufficiale della gendarmeria che era presente al momento dell’attacco.
Non si eslude, al momento, la pista terroristica, e ci sarebbero almeno una decina di feriti, alcuni dei quali in gravi condizioni. Sarebbero due i morti, non ancora confermati.