Forlì: ragazza di Chernobyl stuprata e truffata dalla coppia che la ospitava

La giovane, di nazionalità bielorussa, era arrivata in Italia quando era una bambina, grazie al programma di accoglienza di minori vittime delle radiazioni di Chernobyl. In manette la coppia italiana che l'aveva ospitata, gravissime le accuse.

da , il

    Forlì: ragazza di Chernobyl stuprata e truffata dalla coppia che la ospitava

    A Forlì una ragazza di Chernobyl sarebbe stata stuprata e truffata dalla coppia che la ospitava. I due coniugi avevano aderito al programma di accoglienza di minori vittime di radiazioni dopo l’incidente alla centrale nucleare del 1986. Sono ora in stato di arresto con le accuse di violenza sessuale e truffa. Avrebbero tentato di impossessarsi dei beni della giovane, tra cui un risarcimento di 2 milioni di euro per un sinistro che le causò un’invalidità dell’80%.

    Le accuse di stupro e truffa per la coppia di Forlì

    Sono finiti in manette con due gravissime accuse: due coniugi di Forlì, secondo le ipotesi degli inquirenti, avrebbero maltrattato e violentato la ragazza che, sin da bambina, ospitavano nell’ambito del programma di accoglienza di minori vittime di radiazioni.

    Dopo averne abusato sessualmente, avrebbero tentato la truffa, per appropriarsi dei suoi beni. La polizia ha eseguito due ordinanze di custodia cautelare in carcere.

    Avrebbero cercato di appropriarsi di 2 milioni di euro

    Nel 2014, appena maggiorenne, la ragazza subì un grave incidente stradale che l’ha resa invalida all’80%. L’assicurazione, all’epoca, le avrebbe liquidato 2.120.000 euro a titolo di risarcimento.

    L’ipotesi investigativa è che la coppia si sia adoperata per assumere il totale controllo dei beni della giovane, compresa ll’ingente somma di denaro incassata dopo il sinistro.