Foggia: uccide la moglie a coltellate e tenta il suicidio, gravissimo un 47enne

L'uxoricidio sarebbe avvenuto al culmine di una violenta lite. In casa, secondo le prime ricostruzioni, si sarebbero trovati anche i due figli minorenni della coppia. Una decina le coltellate inferte alla donna, poco prima di tentare di togliersi la vita.

da , il

    Foggia: uccide la moglie a coltellate e tenta il suicidio, gravissimo un 47enne

    Dramma in provincia di Foggia, a Troia: un 47enne ha ucciso la moglie a coltellate, prima di tentare il suicidio. Si trova ora ricoverato in gravissime condizioni agli Ospedali Riuniti. Si sarebbe autoinferto dei colpi al petto con la stessa arma usata per compiere l’uxoricidio. In casa, al momento del delitto, ci sarebbero stati anche i figli minorenni della coppia.

    L’omicidio al culmine di una lite

    Secondo quanto emerso dalle prime ricostruzioni degli inquirenti, il fatto sarebbe accaduto al culmine di una lite di coppia, nell’abitazione dei coniugi nel Foggiano.

    Il 47enne avrebbe colpito la moglie con un coltello, una decina i fendenti, prima di rivolgerlo contro se stesso e tentare di farla finita. A lanciare l’allarme sarebbero stati alcuni parenti, residenti nello stesso stabile, allertati dalle urla provenienti dall’appartamento.

    Il presunto uxoricida in gravissime condizioni

    L’uomo è stato soccorso e trasportato presso gli Ospedali Riuniti di Foggia, dove versa in condizioni gravissime. Sarà sottoposto a un intervento chirurgico nelle prossime ore.

    Al momento, il vero movente del delitto è ancora avvolto nel mistero e si indaga per comprendere anche se i figli della coppia possano aver visto quanto accaduto. Sul posto il personale del 118 e i carabinieri del comando provinciale di Foggia.