Finale Masterchef Italia 10: i finalisti (e perché ognuno di loro potrebbe vincere)

Antonio, Monir, Aquila e Irene sono i quattro aspiranti Masterchef. Ma chi merita la vittoria?

masterchef italia

Foto Getty Images | Pietro D'aprano

I fornelli della decima edizione di Masterchef stanno per accendersi un’ultima volta. Dopo una stagione all’insegna di sfide culinarie e colpi di scena, questa sera conosceremo finalmente il vincitore di Masterchef Italia 10. Dopo aver assaggiato l’uovo di cioccolato di Iginio Massari, aver odorato le erbe selvatiche di Terry Giacomello ed essere entrati nella cucina stellata di Enrico Bartolini, questa sera gli assoluti protagonisti della puntata saranno i loro: gli aspiranti Masterchef. Dopo un duello all’ultimo sangue, ad approdare alla finale della decima edizione di Masterchef sono Antonio, Irene, Monir e Aquila. Ecco, dunque, chi sono i finalisti e per cosa si sono distinti.

Leggi anche: Prepariamoci alla finale di Masterchef 10 preparando i tortellini di Chef Barbieri

Antonio Colasanto, 26 anni

Antonio ha 26 anni, si è laureato in Chimica a pieni voti e ama pescare insieme a suo padre. Dal suo arrivo nelle cucina di Masterchef, Antonio si è da subito distinto per la sua precisione maniacale, l’attenzione ai dettagli e il suo temperamento freddo e razionale. Considerato l’uomo di ghiaccio della decima edizione, ha stupito tutti, quando, durante l’esterna sul lago di Iseo, si è sciolto in un pianto commosso, ricordando le giornate di pesca insieme a suo padre. Ha vinto moltissime mistery box, ma forse ai piatti di Antonio manca ancora quel quid, quell’emozione profonda che altri concorrenti hanno saputo conferire ai loro piatti. Se sarà il futuro vincitore di Masterchef, lo scopriremo stasera!

Francesco Aquila, 34 anni

Celebre per la sua espressione “zio bricco” e conosciuto da tutti come Aquila, Francesco ha 34 anni, fa il maitre ed è perdutamente innamorato della sua bimba Ludovica di quattro anni. Si è appassionato alla cucina da piccolo e da allora non ha mai smesso di studiare e sperimentare nuovi piatti. Nelle sue creazioni Aquila esprime tutta la sua personalità, con grande maestria anche nella composizione ed estetica del piatto. Sin dalla prima puntata, Aquila ha sempre dato il massimo, focalizzandosi unicamente sui suoi obiettivi. E’ stato un concorrente leale, corretto e sportivo nei confronti dei compagni. Merita la vittoria? Ai giudici l’ardua sentenza, ma noi tifiamo per lui.

Monir Eddardary, 29 anni

Monir ha origine arabe, ha vissuto sei anni a Melbourne, ha fatto qualsiasi tipo di lavoro e ha una vera e propria adorazione per sua mamma, ottima cuoca di pietanze italiane e arabe. Con il suo accento umbro di Bevagna e la battuta sempre pronta, Monir ha fatto breccia nel cuore del pubblico, ma non sempre ha convinto i giudici. Ansioso e distratto nelle prime puntate, Monir ne ha combinate tante, ma la sua energia e il suo istinto di sopravvivenza l’hanno portato alla finale con piatti che hanno stupito tutti e forse persino lui.

Irene Volpe, 21 anni

Infine, c’è lei, la cenerentola della decima edizione di Masterchef, Irene, che abbiamo visto sbocciare puntata dopo puntata, con i suoi capelli colorati e le sue creazioni artistiche. La sua apparente fragilità si è rivelata la sua forza, il suo strumento essenziale per veicolare emozione, gusto e delicatezza a ognuno dei suoi piatti. L’abbiamo vista crescere, l’abbiamo vista cadere e l’abbiamo vista rialzarsi ogni volta più forte, radiosa e determinata. Per noi è, senza dubbio, lei la prossima Masterchef Italia, ma tutto è ancora de vedere!