Milano ringrazia i Ferragnez con l’Ambrogino d’oro

Chiara Ferragni e Fedez sono una coppia d’oro. A dimostrarlo è l'Ambrogio d'oro: l'onorificenza che gli concederà la città di Milano per i meriti ottenuti nella lotta contro Covid-19 questo 2020

Chiara Ferragni e Fedez

Foto Getty Images | Daniele Venturelli

Ormai possiamo dirlo senza alcun timore: Chiara Ferragni e Fedez sono una coppia d’oro. A riconoscerlo, in questo caso, però non solo i social o i loro quasi 33 milioni di follower, ma la città di Milano. Il capoluogo lombardo, infatti, per il 2020 ha deciso di conferire la massima onorificenza cittadina, concessa a chi ha dato lustro alla città, ai Ferragnez: l’Ambrogino d’oro.

L’Ambrogino d’oro ai Ferragnez per la lotta a Covid

Quello a Chiara Ferragni e Fedez è stato proposto dal consigliere di Forza Italia Alessandro De Chirico per l’impegno solidale di questi mesi di pandemia. I due, infatti, in piena emergenza sanitaria lanciarono una raccolta fondi che fruttò quasi 4 milioni di euro, permettendo di creare nuovi posti letto nelle terapie intensive del San Raffaele, oltre a donare di tasca propria altri 100 mila euro.

La coppia ha subito postato sui profili social la propria gioia per l’Ambrogino d’Oro e i ringraziamenti alla città di Milano.

 

Tutti gli Ambrogini di quest’anno

La cerimonia di assegnazione si svolgerà in streaming, per rispettare le norme anti Covid, il giorno di Sant’Ambrogio, il 7 dicembre. Il capogruppo di Fratelli d’Italia Alessandro De Chirico ha proposto, con pieno appoggio della Commissione per le benemerenze all’unanimità, di conferire la Grande medaglia d’oro alla memoria agli operatori sanitari, medici e infermieri caduti nella lotta contro il Coronavirus.

Al fianco (virtuale) di Chiara e Fedez, poi, saranno altri 13 gli emeriti cittadini milanesi a ricevere l’Ambrogino: suor Anna Monia Alfieri, il velista Ambrogio Beccaria, Cosima Buccolieri, direttrice del carcere di Bollate, Loredana Bulgarelli, il cantante Fabio Concato (candidato dal leghista Massimo Bastoni per aver devoluto alla battaglia contro Covid-19 l’incasso della canzone “L’umarell”), Elisabetta Dejana, Emanuele Ernesto, Sergio Escobar (che lascia la guida del Piccolo Teatro dopo 22 anni), Susanna Mantovani, Vincenzo Mazzaferro, Gigi e Gabriella Pedroli, Antonietta Romano Bramo, Claudio Trotta e Giorgio Vittadini, professore ordinario di Statistica metodologica all’Università degli Studi di Milano-Bicocca, fondatore e presidente della Fondazione per la Sussidiarietà.

Parole di Alanews