Elba, 30enne si tuffa e muore davanti agli amici

Una turista di Pontedera è morta in una giornata che doveva essere all'insegna del divertimento e del relax. La donna si è tuffata da uno scoglio in una delle località balneari poco distanti da Portoferraio (Livorno). Inutili i soccorsi.

Pubblicato da Giovanna Tedde Martedì 12 giugno 2018

Elba, 30enne si tuffa e muore davanti agli amici

Tragedia nel mare dell’Isola d’Elba, dove una 30enne è morta davanti agli amici dopo essersi tuffata da uno scoglio. Roberta Frassi, turista di Pontedera ma residente a Perignano, faceva il bagno nella spiaggia di Sansone. Inutili tutti i tentativi di rianimazione operati sul posto, con l’intervento dell’elisoccorso.

Morta dopo un tuffo: tragedia all’Elba

Roberta Frassi è morta oggi mentre faceva il bagno nelle suggestive acque a Sansone, spiaggia poco distante da Portoferraio (Livorno).
Sembra che la donna, 30 anni, si fosse tuffata da uno scoglio, per poi riemergere priva di sensi e senza traumi apparenti.
A nulla è servito l’intervento dell’elisoccorso, che ha calato dal cielo i soccorritori con il verricello. Impraticabile, infatti, la via terrestre ai mezzi per via di un solo sentiero pedonale utile a raggiungere la spiaggia.
Oltre un’ora di procedure di rianimazione non sono state comunque utili a salvarle la vita, e i sanitari hanno poi constatato il decesso.
Il dramma si è consumato in una giornata di relax e divertimento, in compagnia di alcuni amici. La salma è ora a disposizione dell’autorità giudiziaria, non è esclusa l’autopsia.

L’ipotesi alla base della tragedia: la 30enne forse colpita da malore

Potrebbe essere stato fatale un malore, questa una delle ipotesi che prende piede in attesa di ulteriori approfondimenti.
La ragazza stava trascorrendo alcuni giorni di vacanza sull’Isola, ma tutto si è spento in pochi minuti. L’incidente è accaduto intorno alle 15, quando la 30enne è stata vista compiere alcune bracciate dopo il tuffo dallo scoglio, sino a sentirsi male per poi essere tirata fuori dall’acqua dagli amici.
Sul posto sono intervenuti anche i carabinieri. All’obitorio dell’ospedale di Portoferraio, il medico legale ha condotto i primi accertamenti esterni.