Donne e trading online: cresce il numero di ragazze che investono in borsa

Sempre più donne si cimentano con il trading online: ecco cosa è, come funziona e quanto è possibile guadagnarci

Sempre più donne fanno trading online

Foto Shutterstock | Foxy burrow

Nonostante una forte emancipazione delle donne, fenomeno che ormai riguarda qualsiasi ambito socio-economico, esistono dei comparti in cui la predominanza maschile è ancora molto forte. Uno di questi è il settore del trading online, ovvero degli investimenti finanziari realizzati in maniera autonoma attraverso strumenti digitali.

Sebbene ancora oggi si registri una prevalenza di investitori uomini, il numero delle donne trader è in costante aumento, non solo in Europa ma in tutto il mondo. Senza dubbio l’approccio femminile è completamente differente, così come la propensione al rischio, tuttavia imparare a gestire le proprie finanze è sicuramente un aspetto importante e da non sottovalutare.

La situazione delle donne negli investimenti online

Secondo una ricerca condotta da Broker Notes, ad oggi il 19% dei trader online mondiali sono donne, con una concentrazione più elevata in Asia e nel Regno Unito. L’Italia si posiziona al quarto posto in Europa, dietro UK, Germania e Francia, con un presenza inferiore alla media ma in costante aumento negli ultimi anni.

Il capitale investito è di solito inferiore a quello degli uomini, con un atteggiamento più prudente e basato su strategie di lungo termine. Oltre la metà delle donne effettua un deposito sotto i 500 euro, un quarto tra i 500 e i 1.000 euro, mentre soltanto il 9% dei trader realizza un investimento consistente con un importo superiore ai 10 mila euro.

Tra gli asset più popolari ci sono le criptovalute, seguire dalle valute Forex, dal mercato azionario, dal trading sulle materie prime e dagli investimenti sugli indici. In particolare le monete virtuali sono cresciute tantissimo tra le preferenze delle investitrici, che optano soprattutto per valute digitali come Dash, Litecoin, Bitcoin, Ethereum e Ripple.

Il social trading: un fenomeno in aumento tra le donne

Le caratteristiche che accomunano le donne che investono sui mercati finanziari sono:

  • Profilo prudente.

  • Obiettivi di lungo periodo.

  • Capitale contenuto.

  • Pianificazione strategica accurata.

In quest’ottica sta riscuotendo molto successo il social trading, un modo di investire particolarmente indicato per i trader alle prime armi. Infatti con questa tecnica è possibile copiare le strategie dei migliori investitori, per ricevere un supporto iniziale e confrontarsi con gli altri membri della community per aumentare le proprie performance.

Come indicato nella guida dettagliata sul social trading secondo meteofinanza.com, si tratta di un fenomeno in aumento nel settore, con una percentuale sempre più elevata di trader donne. In questo ambito è possibile rivolgersi a eToro, il broker più famoso e apprezzato per il trading sociale, in grado di costruire nel tempo un gruppo con oltre 7 milioni di appassionati di tutto il mondo.

Come funziona il social trading?

Qualche anno fa eToro rivoluzionò il mondo degli investimenti online con la creazione del social trading, un sistema che consente ai giovani trader di seguire i più esperti e accedere alle loro strategie per operare sui mercati finanziari. Ciò permette di selezionare i professionisti che vantano le migliori prestazioni, in base agli asset trattati e al capitale, per poi replicarne il portafoglio oppure integrare alcuni investimenti nelle proprie operazioni.

Questa modalità, estremamente popolare fra i giovani trader meno esperti, permette di ricevere un supporto diretto e relazionarsi con la community di trader del broker online. Naturalmente l’obiettivo non è copiare sempre gli altri, ma poter contare su un’assistenza iniziale che consente di migliorare le proprie conoscenze, fare esperienza e gestire il rischio in maniera più efficiente.

Con il trading social è possibile investire in qualsiasi asset, ad esempio in azioni o in criptovalute. Inoltre si possono effettuare operazioni con i CFD (contratti per differenza), strumenti derivati che permettono di fare trading su vari sottostanti, come titoli, indici, materie prime, coppie Forex, obbligazioni, ETF e molto altro ancora.

Gli investimenti con i CFD richiedono un capitale ridotto, si possono realizzare speculazioni sulle oscillazioni dei prezzi, aprendo posizioni al rialzo e al ribasso, usando anche la leva finanziaria per potenziare l’esposizione. Rispetto al trading classico i CFD sono uno strumento più semplice da usare, basta imparare i rudimenti dell’analisi tecnica per studiare i grafici e fare previsioni sugli andamenti delle quotazioni.

Le ragazze preferiscono il trading online, le donne la Borsa

Secondo diversi studi e ricerche, tra cui un report realizzato da Eurostat, l’Ufficio statistico dell’Unione Europea, il profilo degli investitori italiani è piuttosto diseguale. Ad esempio la maggior parte dei trader si concentra al Nord, con una percentuale al di sopra della media nazionale, presenza che si riduce di 6 volte al Sud e si mantiene stabile al Centro.

Inoltre emerge una discrepanza anagrafica, in quanto le ragazze più giovani preferiscono investire tramite il trading online, utilizzando la tecnologia per effettuare operazioni sui mercati finanziari. Le donne con un’età superiore a 65 anni, invece, investono un capitale maggiore ma lo fanno principalmente nella Borsa Valori, affidandosi per lo più a consulenti specializzati, quindi in maniera indiretta.

Ovviamente pesa il divario tecnologico tra le generazioni, allo stesso tempo si nota una certa predisposizione delle ragazze alla gestione diretta dei propri risparmi. Costume andato in disuso tra le donne da 44 e 65 anni, in cui si registra una propensione agli investimenti minima, le più giovani sono tornate a voler amministrare in maniera autonoma le proprie finanze.

Nel dettaglio le donne con meno di 44 anni vedono il trading online come una possibilità di indipendenza, non solo legata all’arricchimento ma al raggiungimento di obiettivi finanziari ben ponderati. In questo caso, infatti, le giovani trader si stanno rivelando delle esperte pianificatrici, in grado di analizzare con estrema attenzione i mercati, gestire il rischio in modo accurato e aspettare il momento giusto in cui investire, con una certa attitudine all’autocontrollo e alla riduzione del rischio.