Donne al potere nel 2021: chi sono, la lista

Dopo decenni di lotte, finalmente le donne stanno raggiungendo i ruoli che spettano loro: quelli di potere. Ecco la lista della leadership al femminile nel mondo

ragazze girl power

Foto Pexels | mentatdgt

Il sesso debole”: mai frase fu più falsa, soprattutto all’alba del 2021. Sono decenni che le donne lottano per ottenere il ruolo che spetta loro nel mondo: sedute ai tavoli del potere, nei panni di cancelliere, primi ministri, presidenti. Non c’è ruolo che una donna non possa ricoprire, nonostante la società, ancora troppo spesso, cerchi di farci credere che non sono in grado.

Le donne leader in Europa

A ben vedere, però, la situazione inizia a cambiare: la leadership europea, per esempio, è dominata, soprattutto nel Nord del continente: Lituania, Norvegia, Finlandia, Islanda, Danimarca e Germania. Dal 2019, infatti, al Parlamento europeo siede il 36% di donne.

Nei 27 Paesi membri però, solo il 14,3% ha una premier donna, come presidente la percentuale invece è leggermente più alta: 21,4%. Come ministri, solo il 30% dei dicasteri è “in rosa”, ma a fronte di un ben più misero 19% su scala mondiale.

Su scala globale, su circa 200 Paesi, solo 20 sono guidati da capi di Stato donne.

Estonia

Ultima ad accedere alla classifica in termini temporali, Kaja Kallas. Prima donna alla guida del Paese. L’Estonia è anche il solo ad avere due donne a ricoprire le massime cariche dello stato: al suo fianco, infatti, Kallas ha Kersti Kaljulaid, capo del governo dal 2016.

Lituania

Dal dicembre 2020, Ingrida Imonyt è primo ministro.

Finlandia

Non è solo una donna, ma anche la più giovane leader di governo al mondo: Sanna Mirella Marin è in carica da dicembre 2019.

Sanna Mirella Marin
Sanna Mirella Marin – Foto Getty Images | Sean Gallup

Islanda

Katrìn Jakobsdòttir, primo ministro dal 30 novembre 2017.

Norvegia

La “Angela Merkel di Novergia”, Erna Solberg è primo ministro dal 16 ottobre 2013. Con lei, guidano i dicateri di Esteri e Affari Europei rispettivamente Ine Eriksen Soreide e Marit Berger Rosland.

Serbia

Ana Brnabi dal 29 giugno 2017 è la prima donna, dichiaratamente omosessuale a ricoprire la carica di primo ministro.

Zuzana Caputova
Zuzana Caputova – Foto Getty Images | Carsten Koall

Slovacchia

Zuzana Caputova, presidente da marzo 2019.

Georgia

Salome Zurabishvili, eletta nel 2018 prima donna a capo dello Stato.

Danimarca

Mette Frederiksen, premier dal 27 giugno 2019.

Mette Frederiksen Angela Merkel
Mette Frederiksen (S) e Angela Merkel (D) – Foto Getty Images | Omer Messinger

Germania

Non possiamo dimenticare la mamma della Germania, Angela Merkel. In carica dal 22 novembre 2005, la cacelliera è tra i più potenti leader del mondo. Tanto da essere stata eletta, dal 2006 al 2019, tra le 100 donne più influenti del pianeta dalla rivista Forbes.

regina elisabetta ii
Regina Elisabetta II – Foto Getty Images | Sean Gallup

Gran Bretagna

Ultima, ma non ultima: la Regina Elisabetta II. Sovrana del Regno Unito di Gran Bretagna e Irlanda del Nord e degli altri reami dei 15 Paesi del Commonwealth dal 6 febbraio 1952.

La leadership in America

Trinidad e Tobago

La presidente è Paula-Mae Weekes.

Nicaragua

Ha alla vicepresidenza Rosario Murillo

Usa

Kamala Harris, per giunta di origina afro-asiatichem è la prima donna a ricoprire la carica di vicepresidente degli Stati Uniti d’America.

Kamala Harris stile donne politica
Kamala Harris – Foto Getty Images | Justin Sullivan

Le donne al potere in Asia e Oceania

Bangladesh

Sheikh Hasina Wazed guida il governo dal 2009, è considerata una delle donne più potenti del mondo. Tanto da essere 28esima nella classifa di Forbes. 

Myanmar

Nonostante il colpo di stato che l’ha coinvolta, arrestata con tutti i membri del suo gabinetto, Aung San Suu Kyi, 75 anni, è stata riconfermata alla guida del Paese con la vittoria alle elezioni dello scorso novembre.

Aung San Suu Kyi
Aung San Suu Kyi – Foto Getty Images | Lauren DeCicca

Nepal

Dal 2015 la presidentessa del Nepal è Bidhya Devi Bhandari.

Nuova Zelanda

Jacinda Arden è stata riconfermata primo ministro della Nuova Zelanda con il secondo mandato a fine 2020.

Singapore

Dal 2017 Halimah Yacob è la prima donna a ricoprire l’incarico di presidente.

Halimah Yacob
Foto Getty Images | Suhaimi Abdullah

Africa, quattro donne in corsa

Etiopia

Sahle-Work Zewde, eletta in Etiopia nell’ottobre 2018. 

Togo

Da ottobre 2020 Victoire Tomegah Dogbè è premier.

Sahle-Work Zewde
Sahle-Work Zewde – Foto Getty Images | Waldo Swiegers

Gabon

Il primo ministro donna è Rose Christiane Ossouka Raponda.

Ruanda

Dove il Parlamento è il primo al mondo per presenza di donne: il 56% di tutti i deputati.

Parole di Elena Pavin

Mi chiamo Elena Pavin, classe 1994, ho conseguito il diploma artistico solo prima di scoprire di non voler fare l’architetto né la designer. Così ho cambiato radicalmente i miei piani: all’Università di Milano-Bicocca ho studiato giapponese e mi sono laureata in Comunicazione interculturale, ho terminato i miei studi diplomandomi alla Scuola di Giornalismo. Amante dell’arte, incuriosita dalle tendenze, fanatica dell’enogastronomia (tanto da decidere di diventare sommelier). Nel 2020 ho iniziato a collaborare con Alanews e Deva Connection