Donna investita, i pedoni non intervengono e lasciano che un’altra auto la travolga

Il dramma si è consumato lo scorso aprile, e sono due le persone arrestate con l'accusa di omicidio colposo. Le immagini registrate da una telecamera di sicurezza hanno sconvolto il mondo.

Pubblicato da Giovanna Tedde Venerdì 14 settembre 2018

Donna investita, i pedoni non intervengono e lasciano che un’altra auto la travolga

Immagini shock arrivano dalla Cina, dove una donna è stata investita davanti agli occhi indifferenti dei presenti, pedoni e automobilisti. Nelle agghiaccianti sequenze, si vede chiaramente che nessuno interviene e la vittima viene lasciata esanime sull’asfalto, poi un’altra auto la travolge.

Investita, non viene soccorsa: il video shock

Un minuto e 32 secondi di puro orrore in arrivo da una delle vie più trafficate della città di Zhumadian, Cina centro-orientale. Un video shock sta facendo il giro del mondo, e mostra le inequivocabili immagini di un incidente in cui una donna, travolta una prima volta da un’auto, viene lasciata sull’asfalto in cui poi morirà per un secondo, terribile investimento.

Nessuno dei presenti, tra pedoni e automobilisti, interviene in suo soccorso dopo che un taxi la colpisce costringendola a cadere in mezzo alla carreggiata. Passa oltre un minuto prima che una seconda auto la investa, finendo per ucciderla.

Tutto davanti alla totale indifferenza di chi le passa davanti, mentre esanime giace sull’asfalto. In un impeto di sopravvivenza alza la testa per un secondo, forse per cercare di chiedere aiuto. Poi la fine.

Il filmato è stato registrato da una telecamera di sicurezza posta proprio in prossimità delle strisce pedonali, ed è finito sul tavolo degli inquirenti che ora indagano sulla vicenda.

Due arresti per omicidio colposo

Stando a quanto emerso da fonti di polizia, sarebbe chiaro che la donna stesse cercando di attraversare la strada prima di essere colpita dal taxi.

Nel frattempo, decine di persone a piedi e in auto hanno percorso quel tratto senza fermarsi a soccorrerla. Nel video si nota chiaramente anche la presenza di due pedoni sul lato opposto alla prospettiva da cui avviene la ripresa. Dopo essersi accorti di quanto accaduto, continuano a parlare tra loro indicando un punto fuori campo, come se fossero del tutto disinteressati al dramma sotto i loro occhi.

Stessa condotta di chi passa vicino alla vittima e la guarda per un secondo, per poi proseguire nella sua direzione.

Dal giorno dell’incidente, che ha causato la morte della donna lo scorso aprile, le indagini sarebbero proseguite senza sosta. Sono due le persone arrestate con l’accusa di omicidio colposo: si tratta dei conducenti dei due veicoli che hanno investito la vittima.

Il taxista ha omesso il primo soccorso poiché non si è fermato dopo averla travolta, colpendola lateralmente e trascinandola rovinosamente sull’asfalto.

L’autista del SUV protagonista della seconda fase dell’incidente, invece, è una donna che si è fermata poco dopo.

La Cina, però, non è nuova a scenari di questo tipo. Sarebbe, infatti, pratica molto frequente quella di farsi investire di proposito per ottenere qualche soldo in più dalle assicurazioni, anche a fronte del concreto rischio di riportare gravi lesioni permanenti o morire.

Questo caso non rientrerebbe, secondo le autorità titolari delle indagini sul caso di Zhumadian, nella fattispecie appena descritta.