Dimagrire senza dieta, si può con questi trucchi: come fare a diminuire gli ormoni della fame

Dimagrire senza dieta, si può con questi trucchi: come fare a diminuire gli ormoni della fame

Dimagrire senza dieta: i trucchi a cui affidarsi - pourfemme.it

Per perdere peso l’alimentazione è tutto, ma bisogna anche considerare il ruolo degli ormoni della fame, che fanno un lavoro cruciale.

Perché le persone tendono a ingrassare? Per un’alimentazione errata, per la sedentarietà e soprattutto perché hanno continuamente fame e quindi fanno pasti fuori dagli orari che hanno una grande incidenza. Sebbene si possa riuscire a bilanciare pranzo e cena, non è altrettanto facile tenere a bada gli attacchi durante il giorno e la sera.

Quando un alimento viene introdotto nel corpo, si genera una maggiore o minore produzione di insulina, l’ormone prodotto dal pancreas che può stimolare sempre più la voglia di cibo. Questo è legato a una serie di fattori biologici ma anche allo stress.

A stimolare il senso di sazietà ci pensa la serotonina, che viene prodotta dall’intestino. Questa si trova nei cereali integrali, legumi, pesce, uova, latticini e carne magra e va quindi a ridurre la necessità di cibo facendoci sentire più sazi.

Dimagrire senza dieta: il trucco degli ormoni

L’obiettivo, di conseguenza, deve essere proprio aumentare gli ormoni che tengono a bada l’appetito. I carboidrati di tipo raffinato come pane, pasta, dolci sono prodotti che provocano un’impennata nella glicemia, stimolando attacchi di fame improvvisi difficili da controllare. Più si mangiano e più si ha voglia di farlo.

Lo stesso accade per le bevande alcoliche e per i succhi. La pasta può essere mangiata ma meglio evitare di farlo tutti i giorni e, in ogni caso, è da consumare al dente perché così viene assimilata più facilmente. Mangiare sempre tanta verdura che è un’ottima fonte di fibre solubili che permette di rallentare l’assimilazione degli zuccheri.

Come perdere peso senza dieta

Le bevande alcoliche, come i succhi, sono sconsigliate se si intende perdere peso – pourfemme.it

Fondamentale poi il sonno: più siamo stanchi infatti e più produciamo insulina e ingrassiamo. Non conta solo la sua  quantità ma anche qualità. Allo stesso modo, lo stress ha un ruolo fondamentale poiché la tensione stimola il cortisolo e questo incrementa a sua volta la voglia di cibi grassi, generando così un circolo vizioso.

Per questo le scelte alimentari, prima ancora dei quantitativi, sono importanti. Si deve prediligere il consumo di cibo integrale piuttosto che raffinato, di cereali alternativi come ad esempio il cous cous, la quinoa, il farro e mangiare sempre molto pesce, che è leggero e facile da digerire.

Meno il corpo si sforza per dover suddividere l’alimento e poi distribuirlo nelle proprietà nutritive che servono, meno avverranno anche picchi improvvisi, in grado di determinare nel tempo un aumento di peso ma anche complicanze di altro tipo.