Crema solare fai da te: la ricetta per la protezione fatta in casa

Ecco la ricetta per proteggersi dal sole con una crema solare fai da te.

Creme solari fai da te

Tutto pronto per le tanto attese, e meritate, vacanze. Ma anche la pelle è pronta all’esposizione al sole? Per evitare che le sessioni di tintarella si trasformino in un incubo, meglio proteggere attentamente la pelle con la crema solare giusta, adatta al proprio fototipo. Se è vero che in commercio ne esistono per tutti i gusti, è altrettanto vero che si può confezionare una crema solare fai da te perfetta allo scopo, riducendo i costi e massimizzando i benefici. Ecco una ricetta, con due variazioni, per la protezione solare fatta in casa.

Una crema solare protettiva fai da te? Niente di più semplice. Basta trovare la ricetta giusta, procurarsi gli ingredienti necessari, cioè gli alleati naturali più adatti a fornire alla pelle la giusta protezione dall’aggressione dei raggi solari, e il gioco è fatto.
 
Il protagonista della crema solare naturale da preparare in casa è l’ossido di zinco. Molti, anzi quasi tutti, lo conoscono come ingrediente base di molte creme per i neonati, efficace per contrastare irritazioni e infiammazioni, ma l’ossido di zinco nasconde altre proprietà davvero interessanti. In questo caso, si guadagna un posto d’onore nella ricetta per la crema solare fai da te grazie alla sua capacità di funzionare come un vero e proprio schermo solare, in grado di riflettere i raggi UVA e UVB, evitando che danneggino la pelle.
 
La ricetta è una, con due possibili varianti, quella più semplice e quella più articolata. Nel primo caso, gli ingredienti necessari sono l’ossido di zinco (puro, facilmente reperibile) e la crema idratante che si utilizza abitualmente o il burro di karitè. Basta mescolare il tutto e il gioco è fatto. Per scegliere le proporzioni giuste, basta osservare una regola: più alto è il fattore di protezione desiderato, più alta è la percentuale di ossido di zinco da utilizzare. Infatti, si va da una percentuale del 5%, necessaria per garantirsi un basso fattore di protezione (SPF 2-5), fino al 25%, percentuale utile per raggiungere un spf superiore a 20.
 
L’altra versione della ricetta, oltre all’ossido di zinco puro (5 cucchiaini), prevede l’utilizzo di olio di mandorle (4 cucchiaini), gel di aloe vera (5 cucchiaini) e il tè verde (1/2 bicchiere).
 
Il consiglio, qualsiasi versione della crema solare fai da te si scelga, è di conservarla, in un contenitore chiuso in un luogo fresco e asciutto. Inoltre, è importante spalmare la crema sulla pelle più volte nell’arco della giornata, soprattutto dopo i bagni in acqua, per garantirne l’efficacia.
 
Ottimi preparati naturali, che, però, come sempre non sostituiscono il parere e le prescrizioni del medico. In casi particolari, come in presenza di fototipi molto chiari e delicati, meglio affidarsi alla consulenza del dermatologo.

Parole di Camilla Buffoli

Camilla Buffoli è stata una collaboratrice di Pourfemme dal 2011 al 2017, occupandosi principalmente di salute della donna e tematiche relative alla maternità. Nel corso del 2014, ha scritto di curiosità ed eventi su Nanopress.