Perché Meghan Markle parla di "azienda" e non di Famiglia Reale

Un termine usato da Meghan Markle durante l'intervista da Oprah ha attirato l'attenzione dell'opinione pubblica: ecco perché

meghan markle regina elisabetta

Foto Getty Images | Jeff J Mitchell

Sono passati giorni dall’attesissima intervista di Harry e Meghan da Oprah Winfrey, ma le rivelazioni dei duchi di Sussex continuano ad animare il dibattito e a dividere l’opinione pubblica. Da una parte c’è chi li accusa di aver provocato la rottura con la Famiglia Reale, d’altra parte c’è chi li difende a spada tratta contro i soprusi che avrebbero subito nel corso degli ultimi due anni, prima da parte dei tabloid e poi da Buckingham Palace.

Leggi anche: La regina rompe il silenzio e risponde all’intervista di Meghan e Harry da Oprah

Se pensavamo che l’intervista bomba dell’anno avrebbe dissipato ogni dubbio sulle reali responsabilità dell’allontanamento dei duchi dalla vita di corte, ci eravamo sbagliati. Da quando Harry e Meghan hanno rivelato al mondo la loro verità, gli interrogativi su come siano andate veramente le cose non hanno fatto altro che moltiplicarsi, giorno dopo giorno.

Se in un primo momento ci siamo soffermati sulle rivelazioni più scioccanti emerse dall’intervista, la più grave quella relativa al razzismo, c’è un altro particolare della vicenda che merita di essere approfondito. Nel corso dell’intervista, Meghan Markle si riferisce più volte alla casa reale utilizzando il termine “The firm” (in italiano “l’azienda”).

Perché Meghan Markle si riferisce alla Famiglia Reale con il termine “azienda”?

Naturalmente, la scelta di adoperare questo termine, a scapito di altri, non è casuale. Infatti, come ribadisce Meghan Markle è importante distinguere la famiglia dall’istituzione. “Da una parte c’è la famiglia e poi ci sono le persone che guidano l’istituzione, sono due cose diverse“, ribadisce Meghan Markle durante l’intervista da Oprah Winfrey, sottolineando come la Regina sia sempre stata meravigliosa con lei.

Secondo lo storico reale Edward Owen, “le parole di Meghan catturano la natura impersonale di questa operazione di pubbliche relazioni“. Negli ultimi cento anni, “i Reali hanno dimostrato una vera spietatezza nel garantire la loro sopravvivenza, nonché quella delle loro ricchezze e dei loro privilegi“, continua Owen, autore del libro del 2018 “The Family Firm: Monarchy, Mass Media, and the British Public”.

Che la Famiglia Reale non sia una famiglia come le altre, è cosa nota. Come hanno più volte ironizzato gli stessi membri della casa reale, essi sono al vertice di una vera e propria azienda. A conferma di quanto appena detto, basta pensare che nel 2020 il patrimonio netto della Regina era di 350 milioni di sterline: o almeno secondo una stima del Sunday Times Rich List.

The Firm, chi ha inventato l’espressione e chi l’ha resa famosa

Si narra che a inventare questa frase sia stato il principe Filippo il giorno in cui convolò a nozze con la Regina Elisabetta II. Infatti, in un estratto del libro “The Firm: The Troubled Life of the House of Windsor”, la giornalista Penny Junor scrive: “Il principe Filippo lo chiama The Firm, e tutti i dirigenti reali e i loro potenti collaboratori dovrebbero fare ogni sforzo, per evitare anche un accenno di scandalo che potrebbe sminuire la reputazione dell’azienda di famiglia“. Il termine è entrato nella cultura popolare tanto che nella pellicola “Il discorso del re”, Re Giorgio VI dice a un certo punto: “Non siamo una famiglia, siamo una azienda“.

Perché l’uso di questa parola segna un punto di rottura

Il fatto è che, nonostante il termine sia sdoganato tra i Reali nella sfera privata, non si può dire altrettanto di quella pubblica. La Famiglia Reale preferisce proporsi come un’istituzione dedicata al servizio del Regno, piuttosto che un’azienda volta al guadagno e pronta a soffocare i sovversivi per mantenere intatti i suoi privilegi e la sua ricchezza.

Parlare pubblicamente della Famiglia Reale, chiamandola “azienda”, equivale a disumanizzarla, o, ancora meglio, a rimuovere quell’alone sacro di cui la Corona si è sempre circondata per esercitare il suo potere e il suo ascendente sui sudditi. Chiamare la Famiglia Reale “azienda” equivale a smascherarla, a mostrare il suo volto più imperfetto, a spalancarci le porte di Buckingham Palace per farci vedere cosa si nasconde realmente dietro il fascino intramontabile della Corona.

Parole di Linda Pedraglio