Corsa in inverno: dimagrire col freddo grazie alla termogenesi

Se con l’arrivo dell’inverno temete gli eccessi della dieta, tra piatti tradizionali, abbuffate per le feste e cioccolate calde, dovreste uscire a correre: il freddo stimola la termogenesi, ossia il consumo calorico, e vi aiuterà a mantenere il peso. Basta seguire qualche consiglio

Correre d’inverno fa dimagrire di più grazie alla termogenesi

Getty Images | Leon Neal

L’inverno è alle porte e con lui la cioccolata calda, le abbuffate natalizie e i piatti della tradizione, di solito un po’ pesanti. L’attività fisica, però, sembra diventare più complicata: alzarsi dal divano, abbandonare il caldo della coperta è dura. Proprio l’aria frizzante e l’atmosfera pungente, però, dovrebbero stimolarvi il desiderio uscire a correre. Sì, avete capito bene: dovreste correre con il freddo perché, anche se potrebbe sembrare un controsenso, fa dimagrire più che alle alte temperature.

Dimagrire con il freddo: effetto della termogenesi

Molti sono convinti che sudando si perda più peso, e che quindi correre col caldo sia la scelta giusta per raggiungere il proprio obiettivo di peso. La realtà è diversa e il segreto sta tutto nella termogenesi, ossia il consumo delle calorie necessarie a mantenerci al caldo.

Alle alte temperature il corpo riduce al minimo il proprio consumo calorico (che lo porterebbe a “surriscaldarsi”), impiegherà quindi più tempo a smaltire le riserve di carburante, cioè quello che abbiamo mangiato.

Ben vengano quindi le corsette al parco nelle mattine di novembre. Le prime volte, è vero, potrebbe essere dura, ma gli effetti benefici sapranno ripagarvi dello sforzo. L’importante però è farlo nel modo giusto: ecco i nostri consigli.

L’abbigliamento: vestirsi a cipolla

 La temperatura, ovviamente, è l’elemento fondamentale da tenere a mente: calcolate però che con il movimento, il corpo in breve raggiungerà una temperatura superiore (parlavamo proprio di questo, la termogenesi). Correre anche a 0° gradi, quindi, è fattibile, l’importante è seguire la regola della nonna: “D’inverno ci si veste a strati”.

Una maglia traspirante a manica lunga, poi una maglia termica e infine la giacca a vento. I primi minuti potreste avvertire il pizzicore del freddo e potrebbe sembrare pochino ma, credete, dopo il primo chilometro starete benissimo. Le estremità non sono da sottovalutare: calze, guanti e berretto, tutti in tessuti traspiranti, magari termici. Ma non esagerare: tenere sempre a mente l’effetto termico dell’attività.

https://www.instagram.com/p/CGlaKsXnh1f/

Le scarpe: impermeabili e resistenti

Impermeabilità e protezione sono fondamentali. Evitate le tomaie troppo traspiranti, come il mesh. Il Goretex è l’ideale. Anche la suola dovrebbe assicurare l’isolamento, oltre a essere ben scolpita. Considerare delle scarpe da trail potrebbe essere una buona idea, perché la suola liscia delle normali scarpe da running, le minimal, avrebbe poca presa sul terreno umido o ghiacciato.

Stare al caldo prima e dopo la corsa

Con le basse temperature il riscaldamento diventa fondamentale, è buona norma farlo prima di uscire di casa, così l’impatto con il freddo sarà minore. Anche la respirazione deve adattarsi ai gradi che ci separano dall’ambiente: il naso riscalda l’aria ed evita che arrivi ai bronchi a una temperatura troppo bassa.

Infine, se non si vuole cadere vittima dell’umidità, bisogna evitare di restare al freddo alla fine della corsa: lo stretching con gli abiti bagnati di sudore è caldamente sconsigliato, quindi, anche questo, sarebbe meglio svolgerlo al chiuso una volta rientrati in casa. 

La visibilità in inverno

Se in estate il vero problema è vedere con il sole negli occhi, in inverno rendersi visibili è fondamentale: spazio al bianco e ai colori fluo. Esistono braccialetti e strisce catarifrangenti molto utili per segnalare la pripria presenza, soprattutto in caso di foschia o buio.

Goditi il riposo dopo la corsa

Non dovremmo anticiparvelo, ma se serve a invogliarvi: la parte migliore della corsa in inverno, è quello che viene dopo la corsa stessa. Una doccia o, ancora meglio, bel bagno caldo è un vero toccasana: defaticante e vi aiuterà a sciogliere i muscoli. Per un relax si può anche accendere una candela o dell’incenso. Non resta che correre. 

Parole di Alanews