Contraccezione: il preservativo per le donne

Femidom è il preservativo femminile. E' una guaina già lubrificata di 17 cm che va inserita in vagina. Protegge da gravidanze indesiderate e dalle malattie trasmissibili sessualmente.

Confezione

 
Non tutte sanno che esiste anche il preservativo femminile
Al contrario di quello per uomini, è stato poco pubblicizzato, ma esiste dal 1993. Protegge dalle gravidanze indesiderate e dalle malattie trasmissibili sessualmente. 
Vediamo di cosa si tratta e come si usa.
 
Si chiama Femidom e in alcuni paesi è molto conosciuto; in Brasile viene distribuito gratuitamente, in Francia è fortemente pubblicizzato e in India il suo uso è promosso dalle autorità sanitarie. 
In Italia, invece, è ancora praticamente sconosciuto.
 
Si poteva acquistare solo online, mentre ultimamente si può ordinare nelle farmacie. 
Femidom è una guaina trasparente in poliuretano che deve essere inserita nella vagina prima del rapporto sessuale
E’ più resistente del preservativo, difficilmente provoca reazioni allergiche e si può utilizzare con i lubrificanti. Può essere usato anche da chi è allergico al lattice.
 
A differenza del preservativo maschile, Femidom si può inserire molto prima del rapporto (anche alcune ore prima) e non obbliga l’uomo a ritirare il pene subito dopo l’eiaculazione.  
Non è necessario rimuoverlo subito dopo il rapporto sessuale; è già lubrificato, ma, se si vuole, si possono usare altri lubrificanti in aggiunta.
 
L’unico problema è costituito dall’inserimento in vagina, che può risultare un pò complicato, almeno le prime volte: si consiglia di fare almeno due o tre prove prima di utilizzarlo con il partner. 
Femidom è lungo 17 cm e ha due anelli alle estremità. L’anello interno serve per inserire la guaina e per mantenerla al posto giusto; l’altro, invece, rimane all’esterno della vagina durante il rapporto e ricopre la zona intorno all’apertura vaginale.
 
Perchè Femidom è quasi sconosciuto in Italia? Prima di tutto per il suo aspetto: a causa del lubrificante in silicone, risulta appiccicoso e viscido al tatto. Non è sempre facile da inserire e la maggior parte delle donne che l’ha provato ha rinunciato al secondo tentativo. 
Il costo è abbastanza elevato (una confezione da 3 pezzi costa circa 7 euro). Come se non bastasse produce dei rumori fastidiosi durante il rapporto!
 
Chiedete consiglio al vostro ginecologo se pensate di provare Femidom.
 
Foto:  
www.parmadaily.it 
www.comodo.it 
www.latexfreiekondome.de 
www.img32.picoodle.com 
www.peripheries.org

Parole di Irene

Irene è stata collaboratrice di Pourfemme dal 2008 al 2014, occupandosi principalmente di tematiche relative alla casa e il fai da te, il benessere, i viaggi.