Come si fa il rinvaso delle piante

Il rinvaso si effettua solitamente in primavera o in autunno e serve a cambiare vaso alla pianta o a fornirle del terriccio fresco e ricco di sostanze nutritive

rinvasare piante

Se amate le piante, sapete già che la maggior parte di esse ha bisogno di rinvaso. Il rinvaso va effettuato quando la pianta ha bisogno di maggiore spazio o di terriccio fresco. Questa operazione si svolge solitamente all’inizio della primavera o in autunno, a seconda della specie. A volte non è necessario cambiare vaso, ma solo sostituire il terriccio per fornire alla pianta nuove sostanze nutritive. In questo caso si toglie la pianta dal vaso e si scrolla dalle radici il terriccio vecchio facendo attenzione a non danneggiare l’apparato radicale.
Il rinvaso in un recipiente più grande consente alla pianta di crescere in altezza e di raggiungere la maturità vegetativa. Il nuovo vaso non deve essere troppo grande, ma di una o due misure superiore al precedente. Si prepara il nuovo vaso adagiando sul fondo uno strato di terriccio; è fondamentale che la pianta sia collocata alla stessa altezza in cui si trovava nel vaso precedente.
 
Si mette poi una mano sul terriccio, tenendo i fusti fra le dita e si capovolge il vaso sbattendolo delicatamente per far scivolare fuori la pianta. A questo punto si mette la pianta nel nuovo vaso e si riempiono gli spazi con il nuovo terriccio premendo con le dita intorno alla pianta.

Parole di Irene