Come ridurre lo stress da quarantena: 7 consigli

Quali sono i sintomi e come combattere lo stress dovuto all'isolamento. Con questi 7 consigli, affrontare lo stress da quarantena sarà più semplice. Sono ispirati infatti ai suggerimenti contenuti nella guida dell'Ordine Nazionale degli Psicologi.

Come ridurre lo stress da quarantena: 7 consigli

Foto Shutterstock | Pixel-Shot

Stare in isolamento non è facile e c’è chi si sente particolarmente spossato dalla situazione, soffrendo più di altri in queste circostanze difficili. Come ridurre lo stress da quarantena? Scopriamo insieme quali sono i sintomi da stress, come riconoscerli, e alcuni consigli per vivere al meglio questo particolare momento.

Stress: i sintomi

Moltissime le donne che dallo scorso marzo sono in isolamento a casa e che hanno dovuto modificare le proprie abitudini quotidiane, come il tanto discusso lavoro agile, lo smart working. La casa, il lavoro, e anche figli e partner per coloro che ne hanno, in un ambiente chiuso senza la possibilità di uscire se non per motivate esigenze, può essere altamente stressante. Quali sono i sintomi da stress da quarantena? Nervosismo in primis, basta anche una piccola parola detta fuori posto che ci fa scattare come molle e aggredire gli altri. L’insonnia è un altro dei sintomi, alimentata magari da orari differenti da quelli che avevamo nella nostra routine e infine, in alcuni casi, sintomi fisici come dermatite e orticaria. Sono tantissime le patologie psicosomatiche associate allo stress, sia a causa del lavoro che della quarantena.

Ecco perché l’Ordine nazionale degli psicologi ha deciso di offrire alcuni consigli per gestire meglio lo stress da coronavirus, offrendo anche una guida scaricabile gratuitamente. Per vostra comodità, abbiamo estrapolato 7 consigli utili per combattere lo stress.

1. Attieniti al pericolo oggettivo

Per affrontare l’inevitabile paura coronavirus scatenata dalla pandemia, secondo gli psicologi è importante attenersi ai fatti, considerando che secondo l’Oms “su 100 persone che si ammalano, la maggior parte ha solo problemi lievi.” Ma se i contagiati aumentano eccessivamente, anche le persone più deboli, che sono più a rischio, aumentano e di conseguenza il sistema sanitario si ritrova in difficoltà.

2. Come ridurre lo stress da quarantena: evita l’accumulo di informazioni

Guardare continuamente la tv e internet in cerca di aggiornamenti sui contagi, seguire tutti i programmi che parlano dell’emergenza, sono comportamenti a rischio. Perché contribuiscono ad aumentare il livello di ansia e stress da quarantena, senza per questo ridurre il rischio di contagio, che dipende da azioni preventive specifiche.

Prova a distrarti con qualche attività da fare a casa per ridurre lo stress o combattere la noia.

3. Non cercare l’invulnerabilità a tutti i costi

È normale essere preoccupati della propria salute e di quella dei propri cari ma cercare ossessivamente l’invulnerabilità non aiuta. Anzi, ci rende solo più paurosi e chiusi in noi stessi.

4. Come ridurre lo stress da quarantena: attieniti alle informazioni ufficiali

Per quanto riguarda modalità di contagio, prevenzione da coronavirus, numeri dei contagi ecc., è meglio attenersi alle fonti ufficiali, che sono le più affidabili. Quindi Ministero della Salute e Istituto Superiore della Sanità.

5. Agisci collettivamente

La pandemia in corso non è un problema individuale ma collettivo. Il nostro singolo comportamento fa la differenza, anche se ovviamente l’andamento della situazione complessiva non dipende esclusivamente da noi. In ogni caso è importante seguire le principali raccomandazioni a proposito di prevenzione.

6. Informa i bambini senza allarmismi

I bambini vanno protetti anche sotto il profilo psicologico, offrendo loro consigli e risposte ad eventuali domande con serenità, evitando di fomentare eccessive paure e allarmismi. I più piccoli soprattutto, quelli che vanno ancora alla scuola dell’infanzia, non avranno ben chiaro il perché non stiano andando a scuola oppure al parco a giocare, spiegate loro dell’esistenza del virus ma senza spaventarli.

7. Come ridurre lo stress da quarantena: chiedi aiuto se ne senti il bisogno

Non tutti riescono a gestire lo stress e la paura è assolutamente normale. Ma se vi sentite eccessivamente preoccupati, la cosa migliore è chiedere aiuto a professionisti qualificati in grado di offrirvi validi consigli per vivere questo momento difficile con maggiore serenità.

Se vuoi approfondire l’argomento, puoi leggere anche Rimedi contro lo stress.

Parole di Laura De Rosa