Come riconoscere il linguaggio del corpo del proprio partner

Il linguaggio del corpo è uno strumento utilissimo per capire l'andamento della relazione: ecco come capirlo

coppia

Foto Pexels | Andrea Piacquadio ì

Il linguaggio è solo verbale: sbagliato. Molto di ciò che comunichiamo, inconsapevolmente, passa attraverso il nostro corpo. Movimenti, gesti, posture, tutto può comunicare emozioni e sentimenti. Compreso, ovviamente, l’amore.

Quanto è importante comprendere il linguaggio del corpo del proprio partner? Tantissimo. Ecco qualche indicazione su come capire che la relazione sta andando bene, o molto male, senza bisogno di parole.

coppia
Foto Pexels | Katerina Holmesv

Quando il linguaggio del corpo ci dice che siamo innamorati

Esistono segnali incontrovertibili che ci dicono che siamo innamorati e tutti passano attraverso il linguaggio del corpo. La comunicazione non verbale, nella coppia, è molto importante, soprattutto quando il partner ha un carattere chiuso e riservato.

Per chi non si trova a proprio agio con l’espressione delle proprie emozioni, c’è comunque modo di comprendere quando l’amore è scoccato.

Innanzitutto, l’amore passa dagli occhi: quando ci si innamora, volenti o nolenti, ci si guarda, soprattutto negli occhi. Il contatto visivo è utile a creare e rinsaldare il legame. A differenza dei primi appuntamenti, quando spesso la timidezza è padrona e ci porta ad abbassare gli occhi.

Poi arrivano le lunghe passeggiate. Non diciamo che dovreste farne, magari di sorvegliate come in Bridgerton, ma che la coppia tende a cercarsi, anche camminando, stando fianco a fianco. Non solo, la vicinanza si cerca anche parlando, magari sporgendosi verso il partner per parlare.

Dalla prossimità fisica, si passa poi al contatto. Gli amanti e gli innamorati si toccano quando sono insieme. È un modo, attraverso il linguaggio del corpo, di dire “io ci sono”.

I neuroni specchio, poi, diventano piccoli aiutanti di cupido: una coppia tenderà, involontariamente, ad compiere gli stessi gesti. Chiamatela abitudine, chiamatela imitazione, ma è un segnale che il linguaggio del corpo ci invia.

coppia
Foto Pexels | Vera Arsic

Quando la coppia scoppia: i segnali

Esistono, per contro, segnali nel dizionario del linguaggio del corpo che ci dicono che le cose proprio non vanno. In presenza del partner, si tenderà a incrociare braccia e gambe: un chiaro segnale di chiusura.

Come detto prima, quando c’è l’amore si tende a guardarsi. Al contrario, quando il sentimento vacilla, si cercherà altro con lo sguardo durante le conversazioni. Uno sguardo evasivo non è un buon segnale nel linguaggio nel corpo.

Stesso dircorso vale per il contatto fisico, che tenderà a mancare. A questo, possiamo aggiungere un segnale incontrovertibile: alzare la mano. Il gesti di porre tra se e il partner la mano aperta, a schermare ciò che l’altro sta dicendo, significa che le comunicazioni si stanno definitivamente interrompendo.

In ultimo, il sorriso. Purtroppo, quando una relazione non va, difficilmente si avrà voglia di sorridersi l’un l’altro. Fateci caso, quando è stata l’ultima volta che avete sorriso al partner?

Parole di Elena Pavin

Mi chiamo Elena Pavin, classe 1994, ho conseguito il diploma artistico solo prima di scoprire di non voler fare l’architetto né la designer. Così ho cambiato radicalmente i miei piani: all’Università di Milano-Bicocca ho studiato giapponese e mi sono laureata in Comunicazione interculturale, ho terminato i miei studi diplomandomi alla Scuola di Giornalismo. Amante dell’arte, incuriosita dalle tendenze, fanatica dell’enogastronomia (tanto da decidere di diventare sommelier). Nel 2020 ho iniziato a collaborare con Alanews e Deva Connection