Come preparare un caffè a regola d'arte con la moka

Dalla temperatura dell'acqua alla scelta della macinatura, ecco alcuni consigli per preparare un perfetto caffè con la moka

caffè moka

Foto Pixabay | SweetLouise

C’è chi lo preferisce al bar, chi con la macchinetta espresso di casa, chi invece non può rinunciare al rituale del caffè preparato con la moka. Dalla sua invenzione negli anni Trenta a opera di Alfonso Bialetti, la moka è entrata nelle case italiane, da Nord a Sud, per poi diffondersi rapidamente anche nel resto del mondo, tanto da essere annoverata nella collezione permanente della Triennale di Milano e del MoMA di New York. Preparare il caffè con la moka non è soltanto il primo gesto con cui ci accingiamo a iniziare la nostra giornata, ma un vero e proprio rituale, che richiede alcune accortezze fondamentali: vediamo quali.

La moka

Per quanto siate attente alla pulizia delle vostre stoviglie, la prima regola da tenere bene a mente per la vostra moka è di non lavarla mai con il detersivo. Per mantenerla pulita, senza incidere sulla bontà del vostro caffè, sarà sufficiente sciacquarla con l’acqua dopo ogni utilizzo. Per eliminare eventuali incrostazioni, immergete la moka con i suoi componenti in un bacinella di acqua calda e aceto e passatela con una spugna (non abrasiva). Per farla splendere ancora di più, potete aggiungere un pizzico di bicarbonato.

L’acqua

C’è chi, per accelerare il processo di ebollizione, mette nella moka l’acqua calda: niente di più sbagliato, l’acqua deve essere rigorosamente fredda e non troppo calcarea. Nessuna fretta quando si tratta di preparare il caffè con la moka, altrimenti di che rituale stiamo parlando? Infine, quando versate l’acqua nella moka, assicuratevi che il livello non superi la valvola, altrimenti il vostro caffè risulterà acquoso e slavato.

Il caffè

Un altro aspetto fondamentale nella preparazione di un caffè a regola d’arte è la scelta della miscela. La polvere per la moka deve essere meno fine rispetto a quella che si usa per l’espresso e, soprattutto, non deve essere pressata una volta messa nel filtro. La miscela a macinatura media è la più adatta alla moka, mentre il caffè all’americana richiede una macinatura più grossa, capace di trattenere l’acqua per il processo di infusione.

La fiamma

Una volta preparata la vostro moka, potete metterla sul fuoco. La fiamma deve essere bassa, al massimo moderata, e quando il caffè inizia a uscire, emettendo il tipico gorgoglio, potete togliere la moka dal fuoco. Prima di versare il caffè in tazza, aspettate ancora un paio di minuti, affinché il caffè possa fuoriuscire completamente.

Il tocco finale

Ultimo suggerimento, ma non meno importante, ricordate che, prima di versare il caffè, andrebbe mescolato con un cucchiaino, in modo tale che la parte più densa uscita per prima si misceli bene a quella più leggera uscita alla fine.

Parole di Linda Pedraglio