Come prendersi cura dei capelli stressati e che si spezzano

donna con capelli arruffati

I cambiamenti, piccoli o grandi che siano, spesso hanno un’influenza importante sulla routine e sul corpo. A risentire in modo particolare di eventi stressanti nel quotidiano sono i nostri capelli, vera e propria cartina al tornasole del personale stato d’animo. Capita che si spezzino, indeboliti come sono dallo stress, ed è un problema molto diffuso tra uomini e donne di tutte le età.

Occorre fare una distinzione: doppie punte e capelli che si spezzano non sono assolutamente la stessa cosa.

Le prime si hanno quando la punta del capello inizia ad aprirsi, mentre i secondi rappresentano un danno strutturale molto più importante. In particolare, è possibile notare piccoli puntini di colore bianco, ad indicare che il capello è rotto oppure lesionato in parte. Questo problema, come detto, può interessare qualsiasi fascia di età anche se – è bene precisarlo – in genere con il trascorrere degli anni certi soggetti sono maggiormente esposti alla rottura dei capelli, soprattutto se portati lunghi.

La mappa delle cause dei capelli rovinati

Dopo i mesi estivi, per loro essenza deputati al mare e al sole, i nostri capelli non hanno neppure il tempo di riprendersi dagli stress di stagione che già ne arrivano altri di natura atmosferica.

Con l’autunno e poi l’inverno sbarcano come sempre la pioggia, il vento e la neve che per i capelli non sono proprio un toccasana.

I rimedi fai da te lasciano un po’ il tempo che trovano, soprattutto perché le chiome fluenti sono compagne di viaggio essenziali durante le giornate di lavoro, in famiglia e con gli amici: l’ideale è curarle ricorrendo a prodotti specifici come quelli della linea Schwarzkopf. Per quanto riguarda in particolare le cause dei capelli che si spezzano, queste non sono da ricercare soltanto negli agenti atmosferici. Spazzolare in maniera errata o con troppa forza i capelli e fare frequenti colorazioni sono per esempio comportamenti da evitare. Capelli in salute potranno essere acconciati secondo gli ultimi trend della moda e soprattutto adornati da originali cappelli.

Proteggere i capelli sotto la doccia e quando si usano spazzola o piastra

Quando arriva il momento di fare una doccia e prendersi una pausa relax, magari al rientro da una giornata pesante, bisogna fare in modo di proteggere e fortificare i capelli con i prodotti adatti.

Quella dei lavaggi troppo frequenti non è una buona abitudine, inoltre prodotti eccessivamente aggressivi possono finire per seccare i capelli rendendoli più vulnerabili.

Si deve riuscire a mantenere una corretta idratazione della chioma.

Nel caso, per esempio, di un cuoio capelluto con tendenza a ungersi si dovrà ricorrere a uno shampoo delicato e in grado di nutrire le lunghezze. L’impiego di balsami con effetto ristrutturante potrà poi rendere i capelli morbidi e disciplinati.

Evitate di spazzolare i capelli appena uscite dalla doccia, soprattutto scegliete la spazzola adatta. Quelle più economiche possono danneggiare i capelli più sensibili, ecco perché la soluzione migliore in tal caso saranno le ‘tangle teezer’ o similari.

Per quanto riguarda infine lo styling, in caso di capelli stressati e che si spezzano è bene limitare l’impiego di mousse e lacca. E’ chiaro che le altissime temperature che raggiungono piastre e ferri possono bruciare i capelli: scegliete un buono spray protettivo.