Come diventare una persona mattiniera in 5 mosse (e goderti tutti i benefici)

Sfruttare la giornata fin dal mattino ha effetti molto positivi sulla vita: oltre a sentirci meglio e più produttivi, possiamo mettere a fuoco meglio i nostri obiettivi

persona mattiniera

Foto Pexels | Andrea Piacquadio

Essere una persona mattiniera non è da tutti: solo il 10% della popolazione lo è di indole contro un 20% di irreprensibili nottambuli. Nel mezzo c’è la stragrande percentuale di persone che potenzialmente potrebbero abbandonare alcune cattive abitudini dettate dalla pigrizia e scegliere di godersi la giornata fin dalle prime luci del mattino.

Per diventare mattinieri? Perché dover abbandonare il letto quando il sole non è ancora sorto? Perché smettere di godersi l’atmosfera e il silenzio delle ore notturne?

Svegliarsi presto la mattina permette di affrontare la giornata con maggiori energie e lucidità. Crearsi una routine del risveglio consente al nostro cervello di riattivarsi coi giusti ritmi: aiutarlo con la meditazione motivazionale potrebbe renderlo ancora più efficiente.

Inoltre, bere acqua e fare attività fisica appena svegli velocizza il metabolismo, abbassa la pressione e riavvia il corpo che sarà più tonico e “presente” a noi stessi.

Da non trascurare l’aspetto estetico: secondo gli esperti, la sveglia presto dovrebbe rientrare nella beauty routine poiché favorisce la bellezza della pelle.

Godere del silenzio del mattino dopo il giusto riposo per dedicarci a noi è il toccasana definitivo: se vi abbiamo convinto a diventare persone mattiniere, vi spieghiamo come farlo in poche mosse.

Le 5 cose da fare per diventare mattiniera

Come per tutti i cambiamenti, soprattutto per le persone abitudinarie, il primo passo è il più difficile: ci vuole motivazione e forza di volontà. Dopodiché, basta attuare le pratiche migliori per raggiungere l’obiettivo.

Anticipa gradualmente la sveglia (e non rimandarla)

Alzarsi alle 5 per guardare dell’alba potrebbe diventare la nostra routine, ma se siamo abituate a goderci il più possibile il calore del nostro letto potrebbe non succedere nell’immediato. Il segreto per diventare persone mattiniere è anticipare la sveglia di 5 minuti di giorno in giorno: in questo modo il passaggio sarà meno traumatico. Inoltre, bisogna resistere alla tentazione di rimandarla: schiacciare sull’opzione “ripeti” renderebbe vani tutti i nostri sforzi!

Un altro suggerimento potrebbe essere di anticipare anche l’orario del sonno, ma basterà svegliarsi presto la mattina per scoprirci stanche prima e dormire di conseguenza. Un’ultima raccomandazione: resistete alla tentazione di un pisolino! Interromperebbe il ciclo regolare che a fatica state conquistando.

Prepara la sera l’occorrente per affrontare il giorno seguente e rispetta la routine

Il passaggio da nottiniero a mattiniero passa dall’organizzazione preventiva. Prima di andare a letto prepara già la colazione, i vestiti da indossare, i prodotti di skin care e/o makeup da utilizzare e gli oggetti che dovrai portare con te. Poi, dedicati a stilare un elenco, scritto o mentale, di ciò che dovrai fare il giorno successivo. Queste attività consentono di scaricare la mente e di risparmiare tempo al mattino, focalizzandosi su ciò che l’ordine del giorno prevede.

Una volta svegliati, rispettare la routine che ci siamo imposti è fondamentale per non sovraccaricare i pensieri e farci sentire più sereni.

Fai attività sportiva

I benefici di fare sport appena svegli ve li abbiamo già svelati, ma anche fare attività la sera può avere risvolti positivi.

Infatti, se per alcuni muoversi la mattina può essere difficile, per altri la sera è molto più pratico: permette di sfogare lo stress dopo un’intensa giornata. Stimolando la produzione di endorfine, poi, ci farà sentire meglio, più rilassati. Questo, oltre all’ovvia stanchezza, consentirà di dormire meglio e più profondamente, che corrisponde a un sveglia pronta e anticipata.

Gestisci meglio la luce e metti giù il cellulare

La produzione di melatonina si attiva naturalmente con il buio: la sera è bene ridurre gradualmente le luci per accompagnarci verso il sonno in maniera dolce. La mattina, per il risveglio, attuare l’inverso: esporsi alla luce naturale quanto prima permette una riattivazione di mente e corpo immediata.

Diventare una persona mattiniera vuol dire rinunciare alla penombra subito dopo il risveglio (spesso associato alla poca voglia di parlare e ragionare), ma affrontare subito la giornata. Questo aiuterà a creare un confine netto tra sonno e veglia.

Una fonte di luce e di stress da evitare sia prima di dormire che appena svegli è quella del cellulare: abbandonarlo almeno un’ora prima la sera e guardarlo solo dopo un’ora che siamo svegli di sicuro migliorerà il nostro umore e non turberà nostro bioritmo, falsato dalle luci blu.

Datti il tuo tempo

Non c’è una tabella di marcia da rispettare né una tempistica standard: l’importante è ascoltare il proprio corpo e la propria mente e accompagnarli in questo cambiamento.

Può essere più o meno dura, un ruolo importante lo gioca la determinazione e il visualizzare il perché lo stiamo facendo: se siamo motivati e sappiamo dove stiamo andando, il corpo reagirà con entusiasmo e potrete godervi tutti i benefici dell’essere mattiniere.

Parole di Carlotta Tosoni