Come curare una pianta: il geranio imperiale

Tra i gerani, quello più bello è il geranio imperiale. ha foglie leggermente profumate e fiori grandi con venature e sfumature sui petali. Vediamo come curare questa pianta che fiorisce dalla primavera per tutta l'estate

geranio imperiale

 
E’ sicuramente la regina delle piante da fiore estive: sto parlando del geranio. Tra le varie specie, quello più bello è sicuramente il geranio imperiale, il cui nome botanico è “pelargonium domesticum”.
 
La caratteristica del geranio imperiale è la grandezza e il colore dei fiori: sono molto grandi, con venature e sfumature di colore e a volte con petali increspati sui bordi. Le foglie sono lievemente profumate.
 
Vediamo come si deve curare questa pianta.
 
I gerani imperiali, come tutte le specie di questa pianta, hanno bisogno di sole. I vasi devono essere molto capienti e posizionati sui balconi in posizione soleggiata, ma al riparo dalle correnti d’aria.
 
Durante le ore più calde dei mesi estivi, i gerani imperiali vanno spostati all’ombra e rimessi al sole al mattino.
 
La fioritura inizia in primavera, verso aprile-maggio e continua fino a settembre.
Spesso il geranio imperiale fiorisce così abbondantemente che le foglie sono completamente nascoste dai fiori.
 
Le annaffiature devono essere quotidiane durante i periodi caldi; i gerani, come ogni pianta, vanno annaffiati la sera, dopo il tramonto o la mattina presto. I strati superficiali del terriccio devono sempre essere umidi e mai lasciati seccare.
I fiori e le foglie appassite vanno eliminati per permettere una nuova fioritura e la crescita di nuove foglie.
 
Con l’arrivo dell’autunno, i gerani vanno riposti in piccole serre o in casa.
 
Foto:
www.windoweb.it
www.leserre.it
www.kukkamaa.com
www.peoriagardens.com
farm2.static.flickr.com

Parole di Irene

Irene è stata collaboratrice di Pourfemme dal 2008 al 2014, occupandosi principalmente di tematiche relative alla casa e il fai da te, il benessere, i viaggi.