Come curare le piante: la Primula malacoides

La Primula malacoides è una specie di Primulacea che può essere coltivata in casa. Biosgna solo evitare di metterla vicino a fonti di calore o in posizioni dove può essere colpita direttamente dai raggi del sole

ciotola malacoides

 
C’è una piantina che inizia a fiorire quando il freddo invernale se ne va: è la Primula. Cresce spontanea nei prati e nei boschi e ci rallegra con il colore giallo dei suoi fiori. Esistono diversi tipi di Primule, adatte ad essere coltivate nei giardini ma anche nelle fioriere sui balconi e sui davanzali. Alcune si adattano anche alla coltivazione in appartamento. Le specie spontanee che troviamo nei prati e nei boschi sono la Primula acaulis o vulgaris e la Primula veris o odorosa. Queste due non sono adatte ad essere coltivate in casa, mentre esiste una specie, con fiori molto colorati, che si adatta bene alla coltivazione in appartamento: la Primula malacoides.
 
La Primula malacoides è una piantina originaria della Cina. Non supera i 25 cm di altezza e ha foglie di colore verde chiaro con nervature bianche.
 
Questa Primula fiorisce abbondantemente a partire dal mese di gennaio fino ad aprile; i suoi fiori sono bianchi, rosa, fucsia, rossi, e lilla. La malacoides si può tenere in casa, ma lontano da fonti di calore e non deve essere colpita direttamente dai raggi del sole.
 
Si può piantare nei vasi o nelle ciotole creando composizioni con piantine di un solo colore o di colori diversi.
 
Va annaffiata ogni 3 giorni e concimata con un fertilizzante per piante d’appartamento fiorite ogni 10 giorni.
 
Nella fotogallery, potete ammirare delle bellissime immagini di Primule malacoides.

Parole di Irene