Come curare le piante: il Fiore di Zaffiro

Il Fiore di Zaffiro è una pianta erbacea perenne che produce fiori blu-violetto sia in primavera che in inverno. E' una pianta d'appartamento che teme il freddo. Infatti non sopporta temperature che scendono al di sotto dei 10°

pianta fiore zaffiro

 
Esistono piante d’appartamento con nomi piuttosto strani. Una di queste è la Browallia speciosa. Per fortuna queste piante dai nomi un po’ particolari sono conosciute anche con nomi più semplici. La Browallia speciosa è comunemente chiamata Fiore di Zaffiro; è una pianta erbacea perenne che appartiene al genere Solanaceae ed è originaria dell’America meridionale. Ha una forma tondeggiante con foglie di colore verde brillante e ovali appuntite. Fiorisce in primavera e in inverno e i suoi fiori sono di colore blu-violetto e a forma di stella. Ne esiste anche una specie che produce fiori bianchi.
 
Il Fiore di Zaffiro è una pianta d’appartamento, ma si può utilizzare come pianta annuale anche per decorare le aiuole o i giardini, dove hanno bisogno della mezz’ombra.
Bisogna utilizzare del terriccio soffice e ben drenato e rinvasarle ogni due o tre anni. La pianta raggiunge i 50 cm circa di altezza.
 
Questa pianta va messa in una posizione luminosa, ma non deve essere colpita direttamente dai raggi del sole.
Il Fiore di Zaffiro teme il freddo; la temperatura non deve mai scendere al di sotto dei 10°.
Per quanto riguarda le annaffiature valgono le solite regole: bisogna annaffiare regolarmente, lasciando asciugare il terriccio tra un’annaffiatura e l’altra.
 
Durante la fioritura, si deve somministrare un concime per piante da fiore ogni 20 giorni.
 
Nella fotogallery potete ammirare alcune immagini di Fiore di Zaffiro.

Parole di Irene

Irene è stata collaboratrice di Pourfemme dal 2008 al 2014, occupandosi principalmente di tematiche relative alla casa e il fai da te, il benessere, i viaggi.