5 consigli per ossa sempre forti, indipendentemente dall'età

Dalla postura corretta alla dieta, ricca di calcio e vitamina D, ecco alcuni consigli per preservare la salute delle vostre ossa

ragazza esercizio fisico

Foto Pexels | Karolina Grabowska

Con il passare degli anni tutti noi ci aspettiamo di sviluppare alcuni dolori e problemi alle ossa, come fitte alle gambe, gomiti scricchiolanti e fastidi alla schiena. Quello che si può fare, per prevenirli, è cominciare fin da subito a correggere le abitudini sbagliate e che danneggiano la nostra salute muscolo-scheletrica.

Ecco quindi cinque consigli per evitare fastidiosi problemi alle ossa con l’avanzare dell’età.

Rafforza la tua ossatura

Tutti gli esseri umani hanno 206 ossa e le donne, in particolare, devono prestarci particolare attenzione. Questo perché le femmine tendono ad avere una densità ossea inferiore a quella dei maschi. Densità che, tra l’altro, può calare durante la menopausa.

Per questo, uno dei modi migliori per prevenire dolori alle ossa è quello di scegliere una dieta che includa alimenti contenenti calcio e vitamina D, due nutrimenti essenziali per rafforzare il tessuto osseo.

È importante, per preservare la buona salute delle ossa, abbinare ad una corretta alimentazione dell’esercizio fisico. Camminare o correre, almeno una volta a settimana, fanno bene sia al corpo che alla propria salute mentale.

Leggi anche: 11 minuti, il tempo da dedicare agli esercizi per vivere più a lungo

Non utilizzare il ghiaccio

Il ghiaccio, quando ci si fa male o si avvertono dolori alle ossa, può non essere sempre la soluzione giusta. Infatti, il ghiaccio può alleviare i fastidi nelle prime 24-48 ore, ma può anche ritardare la guarigione.

Quindi, il ghiaccio va utilizzare con parsimonia, al fine di evitare altri problemi. Inoltre, gli esperti consigliano di non utilizzarlo, dopo un’intesa sessione di allenamento, per raffreddare braccia e gambe. Sarebbe preferibile utilizzare un rullo di gommapiuma per sciogliere il tessuto e migliorare il flusso di sangue nella zona interessata.

Ascolta il tuo corpo, le tue ossa ti ringrazieranno

Allenarsi in modo costante può solo far bene alle ossa e più in generale alla vostra salute. Ciò nonostante, l’esercizio fisico può essere la principale causa di dolori e danni muscolo-scheletrici.

Le lesioni causate dai workout, infatti, sono tra i principali motivi per cui i soggetti sotto i 50 anni sono costretti a sottoporsi ad interventi di chirurgia ortopedica.

Per evitare fastidi alle ossa e problemi bisogna ascoltare il proprio corpo. Se accusate fastidi o dolori, non sottovalutateli, e se si prolungano consultate immediatamente il vostro medico. Un esperto potrà aiutarvi a capire dove sta il problema, aiutarvi a guarire ed evitare fastidiosi problemi per il futuro.

Inoltre, è importante che gli esercizi siano il più vari possibile. Oltre a correre, ad esempio, sarebbe bene fare anche altra attività fisica, come il nuoto o lo yoga.

Siediti correttamente

Siediti bene!” è una frase che avremo sentito pronunciare più di un milione di volte durante la nostra vita. Per la salute delle ossa tenere una corretta postura è importantissimo. In questo periodo in cui passiamo moltissimo tempo a casa, stare seduti nel modo corretto è diventato ancora più importante, anche al fine di evitare di dover lavorare in smart working con fastidi e continui dolori.

Stare seduti male, come spiegano gli esperti, può irrigidire i muscoli, i legamenti e le articolazioni del corpo, e portare a sentirsi doloranti e indolenziti.

Gli esperti suggeriscono quindi di piegarsi un po’ indietro sulla sedia in mood che i fianchi siano piegati ad un angolo leggermente maggiore di 90 gradi. Inoltre, è importante alzarsi e sgranchirsi le gambe ogni 20-30 minuti, di modo da alternare le varie posizioni e prevenire fastidi e dolori indesiderati alle ossa e alle articolazioni.

Non sottovalutare il pavimento pelvico

Il mal di schiena è uno dei problemi muscoloscheletrici più comuni, oltre che uno dei più frustranti. Le cause possono essere varie e, per la salute delle proprie ossa, se persistenti non vanno sottovalutate.

Gli esperti consigliano di prestare particolare attenzione al pavimento pelvico, perché il suo squilibrio potrebbe portare a problemi ai muscoli e ai tessuti connettivi, dall’osso pubico a quello sacro.

Parole di Benedetta Minoliti

Benedetta Minoliti, nata a Milano il 24 marzo 1993. Sono laureata in Lettere moderne all’Università degli Studi di Milano e diplomata presso la Scuola di Giornalismo dell’Università Cattolica di Milano. Non esco mai di casa senza le cuffie, ascolterei la musica anche mentre dormo e adoro scattare polaroid. Collaboro con AlaNews nella produzione di contenuti per il network Deva Connection.