Cécile Kyenge: la casa dell’ex ministro attaccata dai vandali

La casa del'leuroparlamentare Pd ed ex ministro Cécile Kyenge è stata vittima di un attacco vandalico: i muri esterni sono stati trovati imbrattati di escrementi animali. Nessun attacco razzista, come inizialmente pensato, ma un semplice dispetto tra vicini

da , il

    Cécile Kyenge: la casa dell’ex ministro attaccata dai vandali

    L’ex ministro Cécile Kyenge è stata vittima di un vero e proprio atto vandalico. Nei giorni scorsi, le mura esterne della casa dove abita la donna con la famiglia a Gaggio in Piano, frazione di Castelfranco Emilia (Modena), è stata imbrattata con escrementi animali.

    Subito si è pensato a un attacco razzista, tanto da portare la stessa Kyenge a dichiarare a La Stampa: “Mi odiano in quanto donna, di colore e di successo”.

    Solo ora, invece, si scopre la verità. Un vicino di casa dell’ex ministro, ha confessato in forma anonima al “Resto del carlino”, di aver compiuto lui l’atto: un vero e proprio dispetto per ripicca.

    Il motivo di tanto astio da parte dell’uomo è riconducibile al marito dell’europarlamentare Pd che, a detta del vicino, non raccoglierebbe le deiezioni del cane.

    Uno scontro che, al momento, fa spuntare quasi un sorriso ma che nei giorni scorsi ha mosso la solidarietà di diversi politici, di tutte le fazioni, che subito hanno difeso la donna.