Catania, mamma 20enne uccisa: aveva denunciato l’ex compagno per stalking

La 20enne mamma siciliana Giordana Di Stefano è stata uccisa dall'ex convivente. Due anni fa l'aveva denunciato per stalking.

Pubblicato da Domenico Giampetruzzi Mercoledì 7 ottobre 2015

Catania, mamma 20enne uccisa: aveva denunciato l’ex compagno per stalking

La 20enne mamma siciliana Giordana Di Stefano è stata trovata morta nella sua auto in una strada di campagna alla periferia di Nicolosi, nel catanese. La giovanissima mamma di una bambina di 4 anni è stata uccisa con diversi colpi d’arma da taglio alla gola, al torace e all’addome dal suo ex compagno, il 24enne Luca Priolo. Dopo alcune ore di ricerche l’uomo, che era stato denunciato per stalking da Giordana Di Stefano, è stato fermato a Milano dagli inquirenti e ha confessato l’omicidio. Secondo le prime ricostruzioni, l’uomo stava tentando di fuggire in Svizzera.
Il 3 ottobre 2013 Giordana Di Stefano aveva denunciato il suo ex fidanzato per i numerosi messaggi assillanti e appostamenti. La Procura della Repubblica di Catania ha chiesto il rinvio a giudizio dell’ex convivente della mamma siciliana. Dal quel giorno non ci sono state altre minacce o segnalazioni.

GUARDA I DATI SULLA VIOLENZA SULLE DONNE IN ITALIA

Proprio stamattina avrebbe dovuto celebrarsi la prima udienza preliminare davanti al gip che è stata però rinviata perché l’avvocato dell’ex compagno ha chiesto il ricorso a riti alternativi ipotizzando anche una bonaria risoluzione. Giordano Di Stefano non aveva nominato un avvocato.

GUARDA IL VIDEO PER INDIVIDUARE I PRIMI SEGNALI DELLA VIOLENZA SULLE DONNE

Luca Priolo ha rivelato di aver ucciso l’ex fidanzata per la denuncia di stalking e non per l’affidamento della figlia. R.I.P. Giordana.

SEGUI LA PAGINA FACEBOOK CHE CONTRASTA LA VIOLENZA SULLE DONNE