Caso Roberta Ragusa: il marito condannato a 20 anni di carcere per omicidio

Confermati i 20 anni di carcere per il marito di Roberta Ragusa, la donna scomparsa dalla provincia di Pisa nella notte tra il 13 e il 14 gennaio 2012. L'uomo è accusato di omicidio e della dispersione del cadavere.

da , il

    Caso Roberta Ragusa: il marito condannato a 20 anni di carcere per omicidio

    Si riaccendono i riflettori sul caso Roberta Ragusa, la donna scomparsa tra il 13 e 14 gennaio 2012 a San Giuliano Terme. Il marito, Antonio Logli, è stato condannato in appello per l’omicidio e la distruzione del cadavere della donna. L’uomo, era già stato condannato in primo grado nel dicembre 2016, si è sempre dichiarato innocente sostenendo che la donna avrebbe lasciato la casa e la famiglia di sua spontanea volontà

    La vicenda

    Secondo quanto ricostruito durante le indagini, la donna sarebbe scomparsa nella notte tra il 13 e il 14 gennaio. Roberta Ragusa, infatti, avrebbe scoperto il marito al telefono con l’amante e, a causa di questo, scoppiò un furioso litigio che si concluse con l’omicidio e la distruzione del cadavere di lei.

    La Ragusa, già in precedenza, avrebbe manifestato alle amiche di volersi separare dal marito che aveva intrapreso una relazione con Sara Calzolaio, babysitter che lavorava per la famiglia.