Cashback a dicembre: cos’è e come funziona

A dicembre arriverà il cashback: la misura prevista dal governo per restituire ai cittadini fino a 150€ spesi per i regali da Natale. Ecco come funziona e come richiederla

shopping natale covid ragazza mascherina

Getty Images | Simona Granati - Corbis

Nel decreto 24 novembre 2020 n. 156 il Governo ha inserito il “cashback”, ovvero “misure premiali per l’utilizzo degli strumenti di pagamento elettronici”. Pensata proprio in vista dello shopping per Natale, è “aggiuntiva” rispetto al cashback di Stato che avrà il via a gennaio 2021.

Sostanzialmente, il bonus prevede la restituzione, pari al 10% della spesa, delle somme pagate a dicembre 2020 attraverso i sistemi tracciabili (carte di credito e app di pagamento).

La misura prevede un tetto massimo di spesa, corrispondente a 1.500 euro, quindi la cifra potrà arrivare al massimo a 150€.

Manca ancora il decreto attuativo del Ministero dell’Economia e delle Finanze, che dovrà stabilire la data di entrata in vigore del cashback (che dovrebbe probabilmente essere l’8 dicembre). Quella di interruzione è già fissata: il 31 dicembre 2020, per permettere l’inserimento del cashback di Stato. 

Requisiti per usufruire del cashback

Per avere diritto al cashback di dicembre, si dovranno registrare almeno 10 operazioni effettuate attraverso strumenti come carte, app e qualsiasi metodo di pagamento tracciabile. Non c’è una limitazione per quanto riguarda il tipo di prodotto, ma sono ritenuti validi solo gli acquisti effettuati nei punti vendita fisici, escludendo quindi lo shopping online.

Come si richiede il cashback

Per validare le operazione d’acquisto, il cittadino deve scaricare sul proprio smartphone l’app IO, tramite la quale è possibile accedere ai servizi della Pubblica Amministrazione.

Per registrarsi su IO è indispensabile aver richiesto SPID (l’identità digitale per l’accesso ai servizi della PA), oppure essere in possesso della CIE (Carta d’Identità Elettronica, con il relativo PIN).

Una volta installata l’app e inserite le priprie credenziali, bisogna procedere con la registrazione dell’IBAN del conto corrente sul quale Consap (la concessionaria dei pubblici servizi) dovrà liquidare il rimborso, oltre alle carte di credito utilizzate per effettuare i pagamenti e il proprio codice fiscale.

A questo punto, sarà sufficiente effettuare i pagamenti nei negozi fisici utilizzando gli strumenti di pagamento registrati nell’app.

I tempi di attesa per il rimborso di dicembre

I limiti per il cashback di dicembre, oltre al numero minimo di 10 pagamenti, riguardano anche le cifre: il tetto, infatti, per ogni pagamento corrisponde al rimborso di 15 euro per singola operazione, ovvero 150€, la spesa “eccedente” della singola operazione non verrà calcolata ai fini del cashback.

L’erogazione del rimborso dovrebbe avenire, secondo quanto riportato in Gazzetta ufficiale, entro il 28 febbraio 2021.

Parole di Elena Pavin