Carpi, 21enne dimesso dal Pronto soccorso muore di infarto

Il giovane si era recato in ospedale in preda a un preoccupante dolore toracico, che non gli dava tregua. Dopo tre ore è stato dimesso senza alcuna indicazione terapeutica, poi il decesso.

Pubblicato da Giovanna Tedde Lunedì 7 gennaio 2019

Carpi, 21enne dimesso dal Pronto soccorso muore di infarto
Foto: Pixabay

Un 21enne residente a Carpi, Davide Bellimbusto, è morto di infarto dopo essere stato dimesso dal Pronto soccorso. Il giovane si era recato in ospedale in preda a un forte dolore toracico, ma gli accertamenti clinici avrebbero escluso la presenza di un problema.

Morto poche ore dopo

Poche ore dopo essere stato dimesso dal Pronto soccorso, il 21enne Davide Bellimbusto è morto. Il giovane è stato trovato senza vita, stroncato da un infarto, nella sua abitazione di Carpi, e si era recato in ospedale per un forte dolore al petto.

Completati gli accertamenti, i sanitari lo avrebbero rimandato a casa senza alcuna terapia.

A scoprire il ragazzo, esanime nel bagno di casa, sono stati i familiari. Inutile l’intervento del 118.

Indagini in corso

I carabinieri hanno avviato le indagini, e la cartella clinica del paziente è stata acquisita per verificare la corretta esecuzione del protocollo.

La famiglia ha annunciato una denuncia, non convinta che tutto sia emerso con certezza. Come riporta Il Resto del Carlino, il patrigno solleva l’esigenza di ulteriori approfondimenti sul decesso:

Davide ha detto che aveva dolore al petto ed è voluto andare al Pronto soccorso da solo. Sentiva un dolore al petto tale da spingerlo ad andare all’ospedale alle 4 di mattina. E quando è tornato a casa non era convinto che si trattasse di una indigestione, continuava a dire che forse il problema era un altro“.