Capelli: ricci perfetti con la permanente

Oggi parliamo di ricci perfetti da ottenere attraverso la permanente. Per questo processo chimico è necessario seguire attentamente delle fasi di trattamento ed evitare così di rovinare i capelli, ma soprattutto di badare anche al colore e al modo in cui si cura la propria chioma. Vi diamo alcuni preziosi consigli su come eseguirla al meglio.

41
Permanente per capelli lunghi

Tutte noi abbiamo tentato almeno una volta una piega fatta di ricci fluenti, ma se volete un risultato peretto e duraturo non vi resta ce tentare con una bella permanente. Oggi vi spieghiamo come realizzarla al meglio, dando volume e movimento alla vostra acconciatura!
La permanente usa sostanze chimiche per rompere e riformare i legami disolfurici del capello. Ecco come procedere per una piega riccia perfetta:

Continua a leggere

  • Si lavano i capelli e si avvolgono tutte le ciocche ancora umide intorno ai bigodini. Tenete presente che l’ampiezza del bigodino determinerà lo spessore del ricciolo
  • Successivamente si applica una lozione ondulante a base alcalina, come il tioglicolato di ammonio, che solleva le squame della cuticola e, penetrando all’interno, dissolve la forma naturale del capello.
  • Dopo aver fatto agire la lozione, deve essere eliminata col risciacquo, e quando l’acqua in eccesso è stata rimossa, va applicato un neutralizzatore. Il neutralizzatore ricostruisce i legami disolfurici e stabilizza così la nuova forma del capello.
  • Il neutralizzatore viene poi risciacquato, i bigodini vengono rimossi e i capelli lavati abbondantemente.

     
    Tra i consigli da rispettare per una perfetta riuscita della vostra permanente, vi suggeriamo di non risciacquare i capelli per 48 ore dopo aver eseguito questo trattamento, atrimenti rischiereste di neutralizzarne l’effetto se non è eseguita in maniera ottimale e soprattutto è bene lasciare il capello a riposo senza un ulteriore stress causato dal lavaggio.
     
    Un altro punto da valutare è che la permanente tende a schiarire leggermente o almeno a modificare la tinta dei capelli colorati, perciò è preferibile fare prima la permanente e poi la tintura, per evitare di ritrovarvi con una tonalità più chiara di quella desiderata.

    Continua a leggere

     
    Foto:
    sheknows
    aveda
    samysalon

    Continua a leggere

  • Parole di Ritana Schirinzi

    Da non perdere