Calendario Lavazza 2010 in anteprima

Ecco in anteprima le immagini del Calendario Lavazza 2010, che quest’anno sarà dedicato alle canzoni simbolo della musica intaliana. La 18° edizione del celebre calendario, è firmata questa volta dal fotografo inglese Miles Aldrige e diretta dall'agenzia Armando Testa.

Lavazza 2010

Manca pochissimo per l’arrivo del Calendario Lavazza 2010, di cui vi sveliamo in anteprima gli scatti. Quest’anno il calendario più prestigioso e più atteso, sarà dedicato alle canzoni simbolo della musica italiana.

Continua a leggere

Immaginate sei splendide top model, un fotografo di grido e la musica italiana come tema centrale del calendario. Tutto questo è il nuovo Lavazza 2010.
 
La protagonista d’eccezione del Calendario Lavazza 2010 questa volta non è un’attrice acclamata o una modella incantevole, bensì la musica Italiana, l’unica musa che con la sua storia ha ispirato la 18° edizione del celebre calendario, firmato quest’anno dal fotografo inglese Miles Aldrige e diretto dall’agenzia Armando Testa.
 
Noi di Pourfemme vi mostriamo sette scatti del calendario, ispirati a sei canzoni senza tempo, ovvero: Va pensiero, Guarda che luna, ‘O sole mio, Con te partirò, Baciami piccina e Nessun dorma abbinati ai volti di Bianca Balti, Georgia Frost, Lydia Hearst, Daisy Lowe, Alexandra Tomlinson e Alek Alexeyeva.
 
A rendere una melodia in immagine ci hanno pensato quadri, scenografie e foto, dai colori fluo e le tonalità artificiali.
 
Qui musica, moda e arti visive si fondono alla perfezione.
 
Testimonial per il lancio ufficiale del calendario, questa voltà, sarà l’ex leader dei Bluvertigo Morgan, che si è detto felice di collaborare al progetto di rilanciare la musica italiana degli Anni 50-60, periodo di massima espressione di originalità e autenticità.
 
In allegato al calendario sarà distribuito anche un CD contenente la traccia Nessun dorma cantata in esclusiva per Lavazza da Antony Hegarty, voce degli Antony and the Johnsons.
 
Foto:
seidimoda.repubblica.it

Continua a leggere

Parole di Ritana Schirinzi

Da non perdere