Caivano, pestato un 55enne: era la ‘punizione’ per aver abusato di una bambina

L'uomo è finito in manette e ora dovrà rispondere dell'accusa di violenza su minore

Pubblicato da Beatrice Elerdini Martedì 10 luglio 2018

Caivano, pestato un 55enne: era la ‘punizione’ per aver abusato di una bambina

Svelato l’arcano che si nascondeva dietro al pestaggio denunciato da un uomo di 55 anni di Caivano: pare si sia trattato di una sorta di ‘punizione’ per il fatto che aveva tentato di violentare una minore. Ora l’accusato è finito in manette: i Carabinieri del nucleo operativo e radiomobile dalla compagnia di Casoria hanno eseguito l’ordinanza di custodia cautelare.

Le indagini nei riguardi del 55enne sono partite nel mese di aprile quando lo stesso aveva denunciato di aver subito una violenta aggressione da parte di 4 sconosciuti, apparentemente senza motivo. Grazie a quanto emerso nel corso delle ricerche, gli inquirenti sono riusciti a trovare il nocciolo della questione: sembra che l’uomo abbia abusato di una bambina e per questo sia rimasto vittima di una spedizione punitiva.

Il grave quadro indiziario nei confronti del 55enne si è ulteriormente aggravato successivamente alla raccolta di alcune testimonianze raccolte. A quel punto è stato disposto l’arresto dell’uomo che ora dovrà rispondere della grave accusa di violenza su minore.