Bulli puntano la pistola in testa a un 13enne: indignazione dopo video virale

Le sequenze agghiaccianti mostrano il minore mentre sta a terra, in ginocchio, preda di un branco di ragazzi che gli impongono di baciar loro i piedi. Un dramma svelato dalla mamma della piccola vittima.

Pubblicato da Giovanna Tedde Giovedì 25 ottobre 2018

Bulli puntano la pistola in testa a un 13enne: indignazione dopo video virale
Foto: Pixabay

Un 13enne vittima dei bulli, che gli puntano una pistola alla testa e girano un macabro video, diventato virale. Questa la cronaca di un gravissimo episodio che ha fatto il giro del mondo, indignando la famiglia del minore e il web. Lo hanno fatto inginocchiare, per poi minacciarlo con l’arma.

Pistola alla testa: 13enne vittima di bullismo

Il video che mostra un 13enne inginocchiato cui alcuni bulli puntano una pistola alla testa è diventato virale. La madre del ragazzo, che vive con lui nel Missouri, ha lanciato un allarme sul caso, ora di dominio internazionale.

Le sequenze orribili mostrano un gruppo di adolescenti che intima al minorenne di baciargli i piedi, sotto minaccia di un’arma da fuoco. Poco dopo, violenti pugni sul volto per costringerlo a obbedire.

Emily Bridges, madre della vittima, ha parlato ai microfoni di FOX 4 KC, svelando il suo spavento nel vedere il figlio ricoperto di lividi. Il 13enne soffre di autismo e quel filmato le sarebbe stato mostrato dal figlio maggiore, venuto poi a conoscenza dei fatti.

La polizia, dopo la denuncia della donna, ha fermato un 17enne che avrebbe confessato le sue responsabilità. Altri due sono minorenni, presi in custodia dai servizi sociali.

LEGGI ANCHE: Bullismo a Napoli, anziano gettato nel cassonetto da ragazzini