Brisbane: padre di due gemelle accusato di aver rapito in un negozio una bambina di 7 anni per poi molestarla

L'uomo di 26 anni dovrà rispondere davanti al giudice dei reati di sequestro di minore per scopi immorali, privazione della libertà e violenza sessuale

Pubblicato da Beatrice Elerdini Martedì 11 dicembre 2018

Brisbane: padre di due gemelle accusato di aver rapito in un negozio una bambina di 7 anni per poi molestarla
Foto: Pixabay

Un 26enne, padre di due gemelli, è stato accusato di aver rapito una bambina di 7 anni da un negozio di Kmart, prima di molestarla sessualmente nel boschetto vicino al centro commerciale Westfield a North Lakes, a nord di Brisbane. L’uomo, il cui nome è rimasto protetto, è comparso in tribunale martedì per rispondere delle accuse di rapimento e violenza sessuale su minore.

Il presunto rapimento è finito sulle pagine dei social network: una mamma ha avvertito su Facebook i genitori di tenere d’occhio i propri bambini durante la frenetica stagione dello shopping natalizio. Altre mamme, testimoni oculari della terribile vicenda, hanno raccontato la loro versione dei fatti.

Una madre di Brisbane, che ha chiesto di rimanere anonima, ha detto al Daily Mail Australia che era al North Lakes Kmart con la figlia di otto anni e ha visto il 26enne all’interno di un negozio che fissava la sua bambina: ‘Non lascio mai mia figlia normalmente, quindi mi sento male solo al pensiero’.

‘Gli occhi di quel ragazzo erano fissi su mia figlia. Si trovava a solo a un braccio di distanza da lei. A un certo punto si è accorto di essere osservato e se n’è andato. Ho avuto subito una strana sensazione, qualcosa in quel giovane non andava’, ha aggiunto la donna. ‘Ora che so cosa è successo… Mi sento solo male. Ho avuto subito l’intuizione che quel ragazzo era davvero inquietante’, ha poi concluso.

Secondo le ricostruzioni degli inquirenti il 26enne ha attratto la piccola fuori da un negozio di Kmart. Dopo averla rapita l’ha portata in un piccolo boschetto fuori dal centro commerciale e lì ha abusato sessualmente di lei. Dopo la violenza, l’ha riportata all’interno dello shopping center e se n’è andato. La polizia ha visionato i filmati delle telecamere di sorveglianza e ha visto un uomo prendere la bambina e restituirla dopo meno di due ore. Era stordita e sembrava drogata.

Il 26enne è stato arrestato lunedì notte ed è stato accusato di sequestro di minore per scopi immorali, privazione della libertà e violenza sessuale.

‘I reati in circostanze come queste non sono comuni, ma è importante tenere presente che un numero molto ristretto di persone potrebbe approfittare dell’innocenza dei vostri bambini’, ha affermato il sovrintendente investigativo Tony Fleming. ‘I piccoli dovrebbero essere liberi di divertirsi, ma è importante mantenere un’adeguata vigilanza su di loro e l’ambiente che li circonda’.

LEGGI ANCHE: Delhi: bambina senza tetto di 2 anni rapita, violentata e abbandonata sui binari del treno