Bridgerton è la serie di cui parlano tutti: ma ci sarà una seconda stagione?

Alla luce dell'enorme successo riscosso dalla serie tv, tutto fa pensare a una futura seconda stagione: ecco cosa sappiamo

bridgerton

Foto Instagram | @bridgertonnetflix

Dopo il successo in autunno di “The Crown”, è il momento per un’altra serie televisiva in costume, ambientata nel periodo Regency della prima metà dell’800. Stiamo parlando di “Bridgerton”, lanciata a Natale su Netflix e diventata nel giro di pochi giorni una delle 10 serie tv più seguite al mondo. Tratta dai romanzi di Julia Quinn, Bridgerton nasce dalle penna di Shonda Rhimes, sceneggiatrice di alcune delle serie tv più famose di sempre, tra cui “Grey’s Anatomy, Scandal e Le Regole del Delitto Perfetto“. Alla luce dell’enorme successo riscosso dalla prima stagione, tutto fa pensare a una futura seconda stagione: ecco quello che sappiamo.

Ci sarà una seconda stagione di Bridgerton?

Tecnicamente no. Ma nell’ormai lontano febbraio scorso, gli investigatori di “What’s on Netflix” avevano scovato nell’elenco di produzione una preziosa annotazione, secondo cui la seconda stagione di Bridgerton avrebbe iniziato le riprese a luglio 2020. Com’è accaduto per moltissime produzioni, la pandemia COVID-19 ha sconvolto i piani e le riprese della seconda stagione non hanno ancora avuto luogo. Secondo le ultime indiscrezioni, le riprese della seconda stagione sono previste per marzo 2021: questo fa pensare che la seconda stagione non sarà disponibile fino all’inizio del 2022.

Di cosa parlerà la seconda stagione di Bridgerton?

Fortunatamente per gli appassionati della nuova serie tv, ci sono molte altre informazioni sulla famiglia Bridgerton che possiamo trarre dalla saga di romanzi rosa di Julia Quinn, a cui si ispira la sceneggiatura di Shonda Rhimes. Protagonisti della fortunata saga letteraria sono otto romanzi, ciascuno incentrato su uno dei discendenti di Bridgerton. Oltre a queste otto storie, Quinn ha anche pubblicato due extra raccolte di scritti di Lady Whistledown, giornalista di gossip, e una serie di brevi novelle che servono come “secondi epiloghi” per ciascuno dei libri.

La prima stagione segue gli eventi del primo romanzo di Julia Quinn, “The Duke & I“, incentrato sull’ingresso in società della figlia maggiore di Bridgerton e sulla ricerca di un marito che le offra amore e uno status elevato. Partendo da questo presupposto, con ogni probabilità, la seconda stagione dovrebbe ispirarsi alla trama del secondo libro di Quinn, “The Viscount Who Loved Me“, in cui si raccontano le avventure del primogenito Bridgerton, Anthony, nella sua ricerca dell’amore.

Come si sente il cast per una seconda stagione?

Mi sento come se avessimo creato questo grande mondo, quindi mi piacerebbe esplorarne di più“, ha detto a Radio Times Nicola Coughlan, che interpreta la deliziosa e rinfrescante Penelope Featherington nella serie. “Mi piacerebbe fare quel viaggio con lei, per vedere come è cambiata“, ha aggiunto Coughlan. E ancora: “Mi sento come se avessimo appena scalfito la superficie. E poiché c’è un cast così vasto in questo spettacolo, c’è molto di più di tutti i personaggi“.

Regé-Jean Page, che interpreta Simon, il duca di Hastings, ha confermato che avrebbe colto al volo l’opportunità di tuffarsi a capofitto nel dramma della Londra Regency. “Penso che ci siano molte belle storie da raccontare in questo mondo“, ha detto a Oprah Mag. “C’è un’infinità di personaggi e ognuno di quei personaggi ha cugini, zii e cani, e penso che alla gente piaccia esplorare tutte quelle profondità, angoli e fessure“.

Non solo una seconda stagione…

Ma non è tutto: lo showrunner Chris Van Dusen ha aggiunto che, non solo avremo una seconda stagione di Bridgerton, ma altre sette puntate: “Mi sento come se la prima stagione riguardasse principalmente Daphne e la sua storia d’amore con Simon. Ma, essendo questa una famiglia di otto figli e ci sono otto libri, mi piacerebbe essere in grado di concentrarmi e raccontare davvero le storie di tutti i fratelli Bridgerton. Per ogni personaggio, di sicuro“.

Parole di Linda Pedraglio

Mi chiamo Linda Pedraglio. Sono nata e cresciuta in un piccolo paese vicino al lago di Como, ma, fra studio e lavoro, ho avuto modo di vivere città diverse: l’Erasmus a Helsinki, gli anni dell’università a Milano, il corso di giornalismo a Firenze. Sogno una piccola casa sul lago, piena di libri, che sono il mio affaccio sul mondo, e un orto di pomodori e peperoncini. Attualmente, collaboro con Alanews nella produzione di contenuti per il network Deva Connection, dove mi occupo di donne, salute e benessere, con qualche incursione nel percorso di emancipazione femminile.