Brescia, sale l’allerta polmonite: 4 bambini ricoverati

La preoccupazione non allenta la presa, alimentata dal decesso di un neonato a Manerbio: il piccolo è morto poco dopo la nascita e si sospetta una polmonite.

Pubblicato da Giovanna Tedde Lunedì 24 settembre 2018

Brescia, sale l’allerta polmonite: 4 bambini ricoverati
Foto: Pixabay

Sale l’allerta sull’epidemia di polmonite che interessa il Bresciano. 4 i bambini ricoverati negli ultimi giorni. Si registra anche il decesso di un neonato morto poco dopo il parto, a Manerbio, per una crisi respiratoria sul cui accertamento interverranno ulteriori esami.

La polmonite fa paura: nuovi casi nel Bresciano

I dati sull’epidemia di polmonite comunicati da Ats Brescia non sono incoraggianti. Altri quattro ricoveri negli ultimi giorni, e riguardano tutti bambini, tutti residenti nella Bassa Bresciana.

Oltre 500 casi nel solo mese di settembre, 13 accertati in un solo giorno, domenica 23. I minori giunti in ospedale nelle scorse ore sono tutti al Pediatrico Civile, e hanno età compresa tra 6 e 8 anni. Ci sarebbe anche la conferma: polmonite batterica. Non ci sarebbero altri casi di legionella oltre quelli già registrati nelle scorse settimane.

Morto un neonato a Manerbio

La preoccupazione si sarebbe estesa anche a Manerbio, dove un neonato è morto poco dopo il parto per una sospetta polmonite. Potrebbe aver contratto un’infezione durante la gestazione, anche se non si erano registrate complicazioni per il feto prima e durante la nascita.

Avrebbe manifestato i primi segni di una severa sofferenza respiratoria appena nato, e il trasferimento in Terapia intensiva neonatale si è rivelato inutile.