Bonus terme: tutto quello che devi sapere asap

In cosa consiste il bonus terme, chi può richiederlo e come fare? Scopriamo il nuovo incentivo del Ministero dello Sviluppo Economico

bonus terme

Foto Shutterstock | Anna Om

Se ne sente parlare da questa estate, ma molti di noi non sanno ancora bene in cosa consista il “bonus terme”, il nuovo bonus emanato dal MiSe (Ministero dello Sviluppo Economico) e gestito da Invitalia. Quello termale, infatti, è uno dei settori più colpiti dall’emergenza Covid e in questo modo si cerca di incentivare i cittadini a usufruirne in modo sicuro.

Ma come funziona? Chi può richiederlo? Come? Cerchiamo di dare una risposta a tutte queste domande.

Bonus Terme: in cosa consiste

Il “bonus terme” è, molto semplicemente, un bonus per l’acquisto di servizi termali, rivolto ai cittadini maggiorenni residenti in Italia. Uno sconto del 100% per un massimo di 200 euro, che verrà applicato direttamente in fattura.

Con un fondo apposito istituito ad agosto, che ha visto stanziati 53 milioni di euro sono stati individuati i servizi termali ammissibili che consistono in qualsiasi prestazione erogata dagli istituti termali accreditati sul portale Invitalia (già attivo), il cui elenco sarà disponibile a partire dal 2 novembre. Sono esclusi i servizi di ristorazione e di ospitalità.

Come richiedere il bonus terme

Tutte le persone che vorranno richiedere questo bonus dovranno rivolgersi direttamente a una delle strutture termali accreditate, scegliendo autonomamente quella più adatta alle loro esigenze. Ovviamente il bonus non sarà concesso per i servizi che già sono a carico del SSN (Servizio Sanitario Nazionale) o di altri enti pubblici, o per i quali si usufruisce già di agevolazioni.

Una volta contattata la struttura scelta, sarà proprio quella a effettuare la prenotazione del bonus, il cui sconto sarà emesso in fattura. Il bonus non potrà, quindi, essere rimborsato a posteriori, ma va prenotato preventivamente e poi fruito. Ogni cittadino potrà richiederlo presso uno – e uno solo – degli enti termali accreditati sul portale di Invitalia.

Chi può fare domanda per il bonus terme e come funziona

Possono usufruire del “bonus terme” tutti i cittadini residenti in Italia, senza limiti di reddito o ISEE. Ma tenete bene a mente questa data: 8 novembre. Sarà infatti in questa giornata che ci sarà il click day, ovvero l’apertura delle prenotazioni che saranno possibili fino all’esaurimento dei fondi messi a disposizione dal MiSE.

Il bonus è individuale e nominativo, non sarà quindi possibile cederlo a terze persone. Dopo aver individuato l’ente termale di interesse, presso il quale andare, si dovrà contattare preferibilmente via e-mail o chiamando la struttura, la quale provvederà alla prenotazione del bonus. Successivamente il cittadino sceglierà e comunicherà all’ente quali sono i servizi termali che ha scelto.

Importante: si avranno 60 giorni di tempo dalla data di emissione della prenotazione per iniziare a utilizzare il bonus e 45 giorni dall’inizio delle prestazioni termali per finirle.

Lo sconto, applicato in fattura, sarà del 100% per un massimo di 200 euro a persona, pertanto qualsiasi costo ulteriore sarà pagato dal cittadino stesso allo stabilimento termale.

Parole di Giorgia Sdei