Bonus 200 euro dipendenti, pensionati e autonomi: come funziona e come ottenerlo

Bonus 200 euro è la misura introdotta dal Governo Draghi per sostenere le famiglie in difficoltà e i lavoratori dipendenti, autonomi, i pensionati e non solo: ecco tutto quello che c'è da sapere sul provvedimento.

banconota 200 euro

Foto Pixabay | Alexas_Fotos

Il decreto Aiuti del Governo Draghi nel 2022 prevede l’erogazioni del “Bonus 200 euro“, ma a chi spetta? Partiamo alla scoperta di questa misura – oltre quelle già viste del Bonus assunzioni 2022 e del Bonus Spesa 2022 -andando ad approfondire cos’è, come funziona, a chi è destinata e come ottenerla.

Bonus 200 euro: cos’è, come funziona e a chi spetta

Bonus 200 euro è la misura introdotta dal Governo Draghi per sostenere le famiglie in difficoltà e i lavoratori dipendenti, autonomi, i pensionati e non solo, con reddito non superiore ai 35mila euro lordi.

Si tratta di una erogazione di denaro con formula una tantum e, secondo l’estensione aggiunta dopo l’annuncio del decreto Aiuti, è destinata anche a colf, badanti e stagionali, così come a percettori di reddito di cittadinanza e disoccupati.

Bonus 200 euro: come ottenerlo e quando arriva

Il bonus 200 euro dovrebbe avere un semplice meccanismo di erogazione. Per ottenerlo, secondo quanto emerso, per dipendenti e pensionati non dovrebbe servire alcuna richiesta e sarà accreditato direttamente in busta paga dai datori di lavoro o nelle pensioni dall’Inps.

Quando arriva? L’orizzonte temporale è luglio, in attesa di ulteriori precisazioni del Governo sulle modalità di erogazione per tutti i soggetti che ne avranno diritto oltre i pensionati e i lavoratori dipendenti. Per gli autonomi dovrebbe essere attivato un apposito fondo.

Secondo una stima dell’esecutivo, la misura sarà distribuita su una platea di circa 28 milioni di famiglie italiane per contrastare le difficoltà innescate dai sensibili rincari degli ultimi mesi.

Parole di Giovanna Tedde