Bolzano Vicentino: madre scaraventa a terra la figlia di 3 giorni e tenta il suicidio

A chiamare il 118 sarebbe stato il marito della donna, che non si esclude possa essere affetta da una depressione post partum.

polizia

Foto: Pixabay

Tragedia familiare a Lisiera, frazione di Bolzano Vicentino: una donna di 41 anni ha scaraventato a terra la figlia neonata, di appena 3 giorni, per poi tentare il suicidio. La bambina è morta in ospedale, per la madre sono scattate le manette.

Tragedia a Lisiera

Il dramma di Lisiera si è consumato nella serata di domenica 20 gennaio, intorno alle 19. Una madre 41enne ha scaraventato a terra la figlia, nata 3 giorni fa, e ha poi tentato di togliersi la vita.

Sullo sfondo della tragedia potrebbe esserci una depressione post partum, ma è ancora prematuro tracciare i contorni esatti dell’accaduto.

La bambina è deceduta a San Bortolo di Vicenza, poche ore dopo l’aggressione. Era stata ricoverata in terapia intensiva pediatrica ma non ha superato la notte.

Secondo quanto emerso, la madre avrebbe tentato il suicidio ferendosi alla gola con un coltello.

Sulla vicenda indagano i carabinieri di Thiene, intervenuti all’interno dell’abitazione della donna per i rilievi di rito. Ad allertare il 118 sarebbe stato il marito, padre della neonata.

La 41enne è stata arrestata e non si esclude l’eventualità di una perizia psichiatrica per stabilire le sue condizioni.

Parole di Giovanna Tedde

Giornalista pubblicista, mi occupo da anni di contenuti web in salsa multicolor: dalla cronaca nera a quella rosa, passando per approfondimenti sull'attualità e una sana dose di buona cucina…