Bimba uccisa dallo zio nella culla: il papà sente le urla attraverso il baby monitor

Il padre della piccola vittima non è riuscito a disarmare il cognato, 33 anni, che avrebbe agito senza alcuna pietà contro la nipote

Pubblicato da Giovanna Tedde Martedì 11 dicembre 2018

Bimba uccisa dallo zio nella culla: il papà sente le urla attraverso il baby monitor
Foto: Pixabay

Uccisa dallo zio a soli 3 anni, in un attimo di orrore udito dal papà attraverso il baby monitor. La storia agghiacciante della piccola Josephine Bulubenchi ha sconvolto un intero Paese. L’uomo non ha fatto in tempo a salvare la figlia.

Sgozzata dallo zio a 3 anni

Josephine Bulubenchi aveva soltanto 3 anni, e la sua vita è finita sotto una lama con cui lo zio le ha tagliato la gola.

Viveva nello Stato del Kentucky, a Clinton County, tranquilla cittadina in cui casi come questo sono solamente righe di finzione sui libri horror.

Il papà della minore si è accorto di quanto stava accadendo dopo aver sentito un urlo straziante della piccola attraverso il baby monitor. Non è riuscito a fermare la furia omicida di quell’uomo, che a 33 anni ha ucciso la sua bambina senza pietà.

I fatti si sono svolti lo scorso 9 dicembre. La vittima è stata colpita all’interno della culla, nella stanza che condivideva con 4 degli altri 8 fratelli.

A nulla è valso il disperato tentativo di disarmare lo zio, Emanuel Flutur, che ha portato a termine il delitto prima che il padre raggiungesse la camera.

L’imputato, fratello della mamma della bimba, viveva insieme alla famiglia. Su di lui pende l’accusa di omicidio. Dopo l’arresto si è rifiutato di collaborare con gli inquirenti.

LEGGI ANCHE: Bambina di 10 anni uccide bimbo di 6 mesi all’asilo