Bimba cade a scuola e si rompe un pollice: le insegnanti non la soccorrono

L'episodio, accaduto nell'aprile 2017, torna ora alla ribalta grazie al risarcimento ottenuto dalla famiglia: 2500 euro. La bimba era insieme a un gruppo di amici e nessun adulto era di supervisione durante l'attività

Pubblicato da Redazione Venerdì 1 giugno 2018

Bimba cade a scuola e si rompe un pollice: le insegnanti non la soccorrono

Stava giocando con i suoi compagni quando è caduta picchiando con violenza la mano destra e causandosi un lesione al pollice. L’incidente, che ha coinvolto una bimba di soli 6 anni, è stato però poco considerato dalle maestre (che non erano presenti durante il momento di gioco dei piccoli) e, la piccola, è rimasta per oltre due ore in disparte lamentandosi del dolore fino all’arrivo della madre all’oscuro di tutto.

La piccola, portata poi all’ospedale civile di Venezia, è stata soccorsa dai medici che hanno riscontrato una frattura scomposta della prima falange del pollice. La bambina è stata ricoverata e sottoposta un intervento chirurgico.

L’episodio, accaduto il 4 aprile 2017, giunge ora a una parziale conclusione. La famiglia ha infatti ottenuto un risarcimento di 2.500 euro, grazie all’aiuto dell’Adico, ma stanno valutando la possibilità di fare causa alla scuola per il disinteresse e la sottovalutazione dell’episodio.