Bidella denuncia gli abusi sui bambini all’asilo: licenziata

Non tollerava più di vedere i piccoli dell'asilo presi a schiaffi e a calci dalle maestre e, per questo, una bidella della struttura ha deciso di denunciare il tutto. Ma la sua onestà le è tornata indietro come un boomerang: la donna, infatti, è stata licenziata dalla cooperativa per cui lavorava.

Pubblicato da Redazione Lunedì 23 aprile 2018

Bidella denuncia gli abusi sui bambini all’asilo: licenziata
Foto di Monkey Business Images/Shuttestock.com

Fare del bene non porta sempre dei risvolti positivi. Lo sa Rosanna De Simone, ex bidella licenziata per aver denunciato i maltrattati sui bambini che accadevano nell’asilo in cui lavorava. La donna, che ha raccontato la sua storia a ‘Le iene’, con una scusa banale ha perso il suo lavoro all’interno della cooperativa.

«Quei bambini è come se fossero figli miei, tornerei di corsa a lavorare in quell’asilo»

Nonostante il duro epilogo, Rosanna non ha alcun dubbio: rifarebbe tutto da capo. Accade a Piacenza, nel 2011, dove una donna che lavorava come inserviente in un asilo, ha denunciato i maltrattamenti fisici che i piccoli dovevano subire quotidianamente. Nonostante l’esposto, l’asilo ha preferito tacere per mantenere l’immagine. Dopo l’avvio delle indagini, la donna venne spostata dall’asilo a una struttura per anziani, ma le vicende la portarono ad accusare ansia e depressioni dovendo così chiedere dei giorni di malattia.

Furono proprio questi giorni, la scusa utilizzata dalla cooperativa per licenziare la donna. Questa, infatti, si sarebbe assentata per quattro giorni in più rispetto a quelli concordati per la malattia.