Beyoncé regala un gioiello dal messaggio inequivocabile

Tra scaramanzia e sarcasmo, il ciondolo di diamanti che Beyoncé ha regalato a parenti e amiche è un dito medio al 2020 (letteralmente)

Beyoncé

Getty Images | Mike Coppola

Il 2020 non è stata una buona annata per nessuno: lo sa bene Beyoncé, che a poche ore dalla mezzanotte del 31 dicembre ha deciso di dire addio alla sfortuna con un gesto (è il caso di dirlo) scaramantico. Un bel dito medio alzato rivolto all’anno che sta per concludersi, ma tempestato di brillanti. Ecco il cadeau che la regina dell’R&B ha deciso di donare ad amici e familiari.

Un dito medio nascosto dai diamanti

Non poteva certo ringraziare il 2020, ma se qualcuno sta già pensando “Che cafonata!” dovrebbe prima vedere il ciondolo in questione: Beyonce non poteva certo scadere nel volgare. Così per il suo pensierino di fine anno, ha scelto un dito medio alzato molto stilizzato, composto dai numeri “2020”, che grazie al gioco di geometrie assumono un doppio significato tutt’altro che fraintendibile.

Per di più, il ciondolo è ricoperto da un pavè di diamanti. Ammettiamolo: chi non vorrebbe puntare un dito medio di brillanti ai 12 mesi che ci apprestiamo a lasciarci alle spalle.

Alzi il dito (sui social) chi saluta il 2020

Instagram, ovviamente, è stato il palcoscenico perfetto per l’ultima “performance” di Beyoncé, grazie alle immagini postate dalle fortunate che hanno ricevuto il gioiello.

La cugina di Queen BAngie Beyince ha scritto: «Quando l’ho aperto, mi sono venute le lacrime agli occhi perché è sia divertente, che profondamente sentimentale. Il 2020 ha avuto alti e bassi, ma nel complesso è stato un anno davvero strano e difficile. Spero che il 2021 sia un buon anno per tutto il mondo».

E anche mamma Tina Lawson ha ricevuto il simbolico dono, esibendolo sui profili social, con la frase: «È quasi finita e siamo ancora qui».

Parole di Elena Pavin

Mi chiamo Elena Pavin, classe 1994, ho conseguito il diploma artistico solo prima di scoprire di non voler fare l’architetto né la designer. Così ho cambiato radicalmente i miei piani: all’Università di Milano-Bicocca ho studiato giapponese e mi sono laureata in Comunicazione interculturale, ho terminato i miei studi diplomandomi alla Scuola di Giornalismo. Amante dell’arte, incuriosita dalle tendenze, fanatica dell’enogastronomia (tanto da decidere di diventare sommelier). Nel 2020 ho iniziato a collaborare con Alanews e Deva Connection