Benessere: i cibi che portano il buon umore e l'allegria

La fine delle vacanze estive porta spesso con sé tristezza e malinconia ma una tavola colorata e i cibi giusti sono gli ingredienti che aiutano ad attivare il buonumore

Immagine di cibo

Foto Getty Images / Sean Gallup

Soprattutto nel cambio di stagione può capitare di sentirsi un po’ sotto tono, con poca energia e con l’umore non proprio alle stelle. Per recuperare vitalità e benessere un buon aiuto viene dalla tavola, grazie a cibi che contengono o stimolano la produzione delle sostanze che favoriscono il benessere e la serenità.

La riapertura delle scuole segna la fine delle vacanze estive. E’ inevitabile sentirsi tristi e malinconici, anche perché il nostro organismo percepisce nell’aria i primi segnali di autunno. Le giornate si accorciano, gli alberi iniziano a perdere il loro colore verde brillante: il nostro fisico, quindi, deve adattarsi a questo cambiamento.

Tra le sostanze che agiscono sul cervello, due in particolare sono utili per il tono dell’umore: la dopamina e la serotonina.
La dopamina agisce sulla regolazione dell’affettività e degli stimoli che producono il meccanismo motivazione – ricompensa.

LEGGI ANCHE: La dieta della dopamina

La serotonina, invece, è l’ormone della serenità ed è centrale nella regolazione dell’umore.

Possiamo aiutare il nostro fisico e il nostro cervello con alcuni alimenti da non far mancare in tavola, per avere a disposizione i nutrienti più adatti alla stagione di passaggio e stimolare la produzione delle sostanze che aiutano il buon umore.

I cibi contro la tristezza

Verdure di stagione. Grazie agli ortaggi colorati, la tavola può riempirsi di allegria, ad esempio con i pomodori, i peperoni e le zucchine, ricchi di vitamina A e C, pieni di fosforo, magnesio e acido folico. Durante il cambio di stagione forniscono i sali minerali e le vitamine necessarie al nostro organismo.

Legumi. Ricchi di fibre e magnesio, i legumi sono un valido aiuto per sentirsi sereni e rilassati. Possono essere considerati sostituti della carne e un’ottima fonte di proteine. Le lenticchie, in particolare, sono ricche di magnesio – importante per la sua funzione rilassante – e di calcio, utile contro l’ansia.

La frutta secca. Viene considerata una valida alternativa di Omega 3 per tutti coloro che non sono amanti del pesce. La frutta secca è ricca di triptofano, un aminoacido della serotonina – ormone che modula il tono dell’umore. Le mandorle contengono magnesio, utile per combattere la stanchezza fisica e mentale dell’autunno: mangiando a colazione circa 4 o 5 mandorle, si possono stabilizzare i valori glicemici, combattendo la sensazione di fame.

Pesce azzurro e salmone. I pesci azzurri come le sardine, le aringhe, le aggiunge e gli scombri, grazie al loro apporto di Omega 3, sono alimenti utili e preziosi per la produzione di serotonina. Anche il salmone, ricco di vitamina D, è indicato per alleviare la stanchezza e la malinconia del cambio di stagione.

Banana e uva rossa. La banana, ricca di magnesio e potassio, rientra tra i cibi ricchi di elementi per stabilizzare l’umore, contrastare il nervosismo e ritrovare l’allegria. L’uva rossa, regina della tavola in autunno, è ricca di melatonina, stimolatrice importante nella regolazione del ritmo sonno-veglia, essenziale per avere una maggiore vitalità durante il giorno.

Riso integrale e avena. Il riso integrale è molto utile per bilanciare i livelli di zucchero nel sangue e alleviare le tensioni. L’avena, cereale dall’alto valore nutrizionale, è un tipo di cibo che contiene un buon apporto di betaglucano, una molecola che favorisce la riduzione del colesterolo, e di triptofano, necessario in caso di stress e insonnia.

Zenzero. Lo zenzero, consumato a piccole dosi, è un ottimo digestivo, cicatrizzante e antisettico. Tra le tante qualità si riscontra l’aiuto nella perdita di peso, è un antiossidante, antinfiammatorio e un ottimo alleato contro lo stress.

Cioccolato fondente. Infine, il cibo che è riconosciuto come una cura eccellente contro i dispiaceri è il cioccolato fondente. Migliora l’umore e offre una sferzata di energia ed è preferibile mangiarlo in piccole quantità nei pasti del mattino.

Parole di Alanews