Beauty case, quali prodotti portare in vacanza

cosa portare in vacanza per preservare la nostra bellezza. tra le cose indispensabili dobbiamo selezionare: una crema idratante per il viso e una per il corpo. Poi ricordatevi le regole sui liquidi se viaggiate in aereo

Beauty case Valeria

Non possiamo non avere con noi, anche in vacanza, un kit per la nostra bellezza. Che sia un beauty case o una piccola bustina, deve contenere delle cose fondamentali. Cerchiamo di capire cosa mettere in valigia e cosa possiamo portare nel bagaglio a mano.
Intanto tra le cose indispensabili dobbiamo selezionare: una crema idratante per il viso e una per il corpo. Del latte detergente togliere il trucco, un fondotinta compatto e il necessario per occhi e labbra (matite, mascara, ombretti, lip gloss).
 
Mi raccomando non scordatevi i solari (creme protettive e doposole). Poi se state seguendo qualche trattamento anticellulite, ovviamente dovete continuare. In vacanza non bisogna proprio prendersela comoda da tutto e da tutti. Per i vostri capelli, invece, shampoo, balsamo o crema (con il sole e il mare è meglio nutrirli maggiormente) e se avete voglia anche un solare per la chioma.
 
Ovviamente sembra di portarsi dietro la casa: vi consiglio boccettine piccole. Per una o due settimane è inutile caricarsi di flacconi giganti. Se dovete prendere un volo ricordatevi le regole che limitano la quantità di liquidi da portare nel bagaglio a mano: i recipienti non devono superare la capacità massima di 100 millilitri (1/10 di litro). Inoltre, dovranno poi essere inseriti in un sacchetto di plastica trasparente e richiudibile, di capacità non superiore a un litro (cioè con dimensioni pari ad esempio a circa 18 x 20 centimetri).
 
State tranquille perché le case di bellezza si sono attrezzate per venire incontro alle nuove esigenze delle viaggiatrici e hanno studiato numerose soluzioni che fanno al caso loro: buste di plastica delle dimensioni perfette e boccette di 100 ml con i prodotti più adatti per la trasferta per la pelle, per i capelli o per il corpo.

Parole di Valentina Morosini