Le beach waves dorate di Elisabetta Canalis sono quello che vorremo quest'estate

Onde e schiariture morbide, come se fossimo reduci da due mesi al mare: ecco come fare ad averle

Canalis beach waves dorate

Foto Instagram | @littlecrumb_

Complice il clima della California in cui vive ormai da anni, Elisabetta Canalis è già proiettata verso la bella stagione, almeno per quanto riguarda i capelli. Nelle ultime foto pubblicate su Instagram, infatti, la vediamo con delle bellissime beach waves dorate perfette per l’estate che verrà.

L’ex velina si è rivolta a Kiki Tobar, hairstylist di Los Angeles specializzata in colore ed extensions, per realizzare questo bellissimo effetto: una schiaritura che illumina i capelli, perfettamente in nuance con il colore di partenza. Infatti, quando si passa dal castano al biondo, bisogna sempre prestare attenzione a incarnato e capelli per poter creare un risultato armonico.

Beach waves dorate: come ricrearle

La Canalis, essendo mora, ha optato per un tono di biondo caldo in pieno stile californiano.

Come possiamo notare, nonostante il contrasto tra i colpi di sole e il castano, l’effetto non è eccessivamente artificale: merito di diversi grandi di biondo che si alternano sulle ciocche ma soprattutto delle radici lasciate naturali, così che non si crei eccessivo stacco con la ricrescita.

Interessante anche la piega: le onde sono definite e non troppo ampie, quasi come se si fossero appena sciolte le trecce. I capelli un po’ arruffati e voluminosi ricordano subito l’estate e le serate al mare.

Come fare dunque a ricreare le beach waves dorate di Elisabetta?

Per il colore decisamente meglio rivolgersi a un professionista, ma le più temerarie possono provare a utilizzare un kit come il Colorista Effects Ombre di L’Oréal, dotato di speciale pettine per creare un effetto dinamico.

Molto più semplice riprodurre in casa la piega. Fare le trecce con i capelli umidi e lasciarli asciugare all’aria o con il phon può dare già una sorta di effetto onda “marina”, ma se vogliamo qualcosa di più definitivo, allora dobbiamo armarci di piastra, meglio se piccola.

La temperatura da impostare non deve essere troppo alta (max 180°) poiché non vogliamo un risultato strutturato come per i boccoli. La singola ciocca va inserita nella piastra che poi andrà girata di 180°, quindi passata sui capelli fermandosi 3/4 cm prima delle punte. Prima di mettere mano tra le waves per aprirle, aspettare che si siano completamente raffreddate: così la piega si sarà fissata e durerà più a lungo.

Parole di Carlotta Tosoni