Battesimo shock, bimba di 2 anni scaraventata nell’acqua santa: ‘Era posseduta’

La condotta del sacerdote è ora al vaglio del tribunale ecclesiastico. Ha già dato la sua versione dei fatti, dicendosi assolutamente convinto della possessione demoniaca.

Pubblicato da Giovanna Tedde Venerdì 14 dicembre 2018

Battesimo shock, bimba di 2 anni scaraventata nell’acqua santa: ‘Era posseduta’
Foto: Pixabay

Scaraventata nella fonte battesimale dal prete: è successo durante un battesimo in Russia. Le immagini hanno fatto il giro del mondo e mostrano la bimba gettata con violenza nell’acqua santa. La giustificazione del sacerdote ha lasciato tutti senza parole.

Gettata nella fonte battesimale

Protagonista inconsapevole di un video virale è stata una bambina di appena 2 anni, originaria della Russia. La piccola è stata battezzata in modo davvero singolare e, per molti, sconvolgente.

Nel filmato si vede chiaramente il sacerdote scaraventare ripetutamente la piccola dentro la fonte battesimale, senza alcuna delicatezza. Alla scena hanno assistito i genitori e i parenti, impietriti davanti a quella anomala condotta.

Terrified girl, two, screams as a Russian priest violently forces her head underwater during extreme baptism because 'Satan is inside her'Ilia Semiletov will face a church court and could be struck off after baptismThe girl screamed in terror but watching adults did not intervene at allThis is the moment a terrified girl screamed as a Russian priest forced her head underwater during an extreme baptism meant to remove Satan from inside her.There were claims that the priest had twice struck the girl's head on the font during the extreme baptism but these were denied by the church and the girl's mother.There were claims that the priest had twice struck the girl's head on the font during the extreme baptism but these were denied by the church and the girl's mother.https://dailym.ai/2RSmUsJ

Pubblicato da Sheniq Videos su Giovedì 13 dicembre 2018

Il prete, Ilia Semiletov, è chiamato a giudizio di fronte al tribunale ecclesiastico ortodosso per presunte violenze.

La sua giustificazione, espressa anche nel corso della funzione, è che la bambina fosse posseduta dal demonio e avesse, dunque, necessità di un’immersione vigorosa nell’acqua benedetta.

LEGGI ANCHE: Processione shock: prete sulla Porsche trainata da 50 bambini