Bari: 8 casi di morbillo, pazienti contagiati dalla figlia di un No-vax

Si attende la conferma della diagnosi su una nona paziente, recatasi al Policlinico con sintomi riconducibili alla malattia esantematica. Il cosiddetto 'caso indice' (il primo che avrebbe originato la serie di contagi) è quello di una bimba di 10 anni.

Pubblicato da Giovanna Tedde Lunedì 12 novembre 2018

Bari: 8 casi di morbillo, pazienti contagiati dalla figlia di un No-vax
Foto: Ansa

Otto casi di morbillo registrati tra l’ospedale pediatrico Giovanni XXIII e il Policlinico di Bari: il contagio sarebbe partito dal contatto con la figlia di un No-vax. Una nona persona si sarebbe presentata nella seconda struttura sanitaria manifestando i sintomi della patologia.

Otto contagiati dal morbillo a Bari

Il dibattito in tema di vaccini sembra destinato a una sensibile recrudescenza dopo gli 8 casi di morbillo registrati a Bari. I pazienti sarebbero stati contagiati dalla figlia di un No-vax.

Il cosiddetto ‘caso indice’, quindi, sarebbe quello di una bimba di 10 anni non vaccinata che è stata ricoverata per sospetto morbillo nel reparto Infettivi del Giovanni XXIII, nell’ottobre scorso.

Poco dopo sarebbero stati contagiati la sorella minore (anche lei non vaccinata) e un bimbo di 11 mesi che si trovava nello steso reparto per un’otite.

A questi si sono aggiunti tre giovani, due dei quali già dimessi, poi tre adulti in cura al Policlinico. Tra questi ultimi casi, uno riguarda una donna che era stata al pediatrico Giovanni XXIII poco tempi prima, e uno un addetto alla vigilanza dello stesso reparto.

La nona persona che si è presentata in Pronto soccorso con i sintomi riconducibili alla malattia esantematica è la mamma di due gemelle che lei stessa aveva portato al pediatrico per altri motivi.

LEGGI ANCHE: Bimba di 9 anni muore di morbillo: non era vaccinata