Bambini obesi: le mamme italiane li vedono come normopeso, lo rivela uno studio condotto a Padova

'L'Italia rappresenta uno dei Paesi con la proporzione più elevata di misperception, ovvero l'80% dei bambini sovrappeso/obesi sono stati percepiti dalle proprie madri come normopeso', ha spiegato il prof Dario Gregori

Bambini obesi: le mamme italiane li vedono come normopeso, lo rivela uno studio condotto a Padova

Il problema dell’obesità è sempre più un’allarme socio-sanitario anche nel nostro Paese. L’Università di Padova ha condotto uno studio su un campione di bambini obesi provenienti da dieci diverse nazioni ed è emerso che a influire sull’obesità dei minorenni ci sarebbero le madri e la loro percezione poco reale dello stato di salute dei loro figli. Solo in Italia 24 bimbi su 30 sono percepiti dai genitori, dalle mamme in particolare, ‘in salute’ quando in realtà sono sovrappeso o addirittura già obesi. L’affetto che le madri nutrono per i loro bambini, le porterebbe a ignorare una condizione fisica potenzialmente molto pericolosa. L’obesità infatti può portare a importanti e severi problemi di salute.

Lo studio dell’Università di Padova

Un team di ricercatori, coordinati dal Professor Dario Gregori dell’Unità Biostatica, Epidiemologia e Sanità pubblica del Dipartimento di scienze cardiologiche, toraci e vascolari, ha preso in esame un campione di 2720 bambini di età compresa tra i 3 e gli 11 anni provenienti da 10 nazioni di tutto il mondo: Cile, Messico, Argentina, Brasile, Germania, Francia, Italia, Regno Unito, Georgia, e India. Sono stati sottoposti ad analisi e visite ed è emerso che tra questi 774 erano sovrappeso o obesi. I Paesi Europei presi in esame, compresa l’Italia, hanno mostrato una percentuale inferiore di bambini obesi rispetto agli altri continenti. In India ad esempio il 49% dei bambini è risultato ‘non normopeso’. Nel nostro Paese tuttavia, il problema comunque crescente dell’obesità sembra essere strettamente connesso, come spiegato in apertura, al tipo di relazione affettiva esistente tra i figli e le madri. Un modus vivendi che si rifà alle vecchie tradizioni che recitavano: ‘Mangiare (tanto) fa bene e fa stare in salute’.

‘La proporzione di bambini sovrappeso/obesi non correttamente percepiti come tali dalle proprie madri risulta essere molto elevata, la quasi totalità dei bambini sovrappeso (89%), e metà dei bambini obesi (52%) non sono stati percepiti come tali dalle proprie madri. L’analisi stratificata per nazione mostra una leggera variabilità tra i Paesi considerati nello studio (la proporzione di bambini sovrappeso/obesi non correttamente percepiti varia dal 50% del Cile all’89% della Francia). L’Italia rappresenta uno dei Paesi con la proporzione più elevata di misperception, ovvero l’80% dei bambini sovrappeso/obesi – pari a 24 bambini su 30 sovrappeso/obesi – sono stati percepiti dalle proprie madri come normopeso’, ha spiegato il prof Dario Gregori.


Leggi anche :

Obesità bambini: cause e rimedi

Una percezione errata dunque che può portare a gravi conseguenze per la salute delle nuove generazioni. E’ pertanto importante riuscire a diffondere un’informazione corretta riguardo all’alimentazione, basata sul concetto di base: ‘mangiare tanto’ non è sinonimo di ‘salute’.

Parole di Beatrice Elerdini